I Comuni della Valle di Suessola insieme per promuovere e valorizzare il territorio.

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

La Valle di Suessola
La Valle di Suessola

Un festival itinerante per la Valle di Suessola: L’obiettivo è creare un’occasione per stimolare la conoscenza delle risorse del territorio e migliorare l’immagine dei luoghi. I Comuni di S. Felice a Cancello, Arienzo, S. Maria a Vico, Valle di Maddaloni e Cervino, hanno deciso di stipulare un protocollo d’intesa per promuovere e organizzare una serie d’iniziative create appositamente nei siti culturali della Valle di Suesssola. Il tema è “la scoperta”, perché i Comuni della Valle vogliono attirare l’attenzione e la curiosità sui beni culturali del territorio, quali il Castello “Il Matinale” di Cancello Scalo, la Chiesa di S. Agostino di Arienzo, il Ponti della Valle di Valle di Maddaloni, il Santuario di S. Michele di S. Felice a Cancello, le masserie di Cervino e le Case a Botte di S. Maria a Vico. L’evento rappresenta un’occasione per ripensare all’identità dei luoghi e alla cultura del territorio per coinvolgere e sensibilizzare i residenti e le imprese sul tema del “turismo culturale” come nuova risorsa. Saranno organizzati anche percorsi e visite guidate per “scoprire” luoghi nascosti e peculiarità del territorio come l’olio, la nocciola, il fico. L’evento deve essere un attrattore per stimolare i flussi turistici e trasformare la visita dei luoghi in un’esperienza coinvolgente. “Il turismo culturale”, ha dichiarato il sindaco del Comune di S. Felice a Cancello, il dott. Pasquale De Lucia, “rappresenta la grande sfida per il nostro territorio. In un periodo di grande crisi economica dobbiamo pensare a nuove forme di risorse per la nostra terra. Il punto di partenza devono essere i nostri beni culturali con i quali possiamo attirare i flussi turistici e creare una nuova “filiera” per il territorio. Per riuscire nell’impresa di creare una nuova economia basata sul turismo culturale, dobbiamo utilizzare i fondi regionali che l’Europa ci ha messo a disposizione e non possiamo lasciarci sfuggire questa grande opportunità”. Nella stessa direzione si è espresso il Consigliere con delega al turismo di S. Maria a Vico, il prof. Clemente Affinita, “Intanto ringrazio il sindaco dott. Alfonso Piscitelli per la delega e la fiducia cha ha riposto nella mia persona, ribadisco che: l’unione fa la forza, la nostra valle è un insieme di luoghi in cui percepire e ritrovare l’estetica dell’ambiente naturale. Le eccellenze dei nostri luoghi vanno valorizzate e pubblicizzate. Realizzare progetti, spronare l’associazionismo, questa è la giusta direzione, pensando non più come singolo comune, ma come una sola comunità, può essere la chiave di volta per consegnare alle attuali e future generazioni, un prezioso patrimonio, con una gestione di carattere patrimoniale orientata alla sostenibilità economica e all’interesse pubblico”. Adesso la sfida è la ricerca di finanziamenti per realizzare l’evento per l’’estate 2014.

Commenta per primo

Lascia un commento