Il pivot Michele Bufoli: «Ce la metteremo tutta per finire in bellezza»

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

SPORT: Ultimi 60 minuti da disputare, ma tutto è già deciso. Almeno per la Lupo Rocco Gaeta, i cui tre punti messi in palio da questo match non cambierebbero, anche se conquistati, le sorti della classifica. E sarà infatti con l’ottavo piazzamento che la formazione biancorossa si presenterà alla seconda e decisiva fase della stagione, che avrà inizio nel mese di marzo.

Una vittoria, invece, potrebbe rappresentare l’ultima speranza per il Noci, avversario della 9° giornata di ritorno dei gaetani, per agguantare i playoff e quel quarto posto attualmente distante una sola lunghezza e occupato dal Fondi (che ospiterà l’ultima della classe Kelona).

La formazione pugliese, reduce dalla sconfitta interna subita contro il Conversano (26-29), arriva in terra laziale con un bottino di 20 punti, frutto di sette gare vinte (compreso il 28-25 inflitto all’andata a Marciano e compagni) di cui una ai rigori, e otto perse.

Tra i punti di forza nella rosa a disposizione di coach Domenico Iaia, ricordiamo i terzini Vincenzo Laera, autore di 11 reti nell’ultimo incontro, e Marko Bobicic, montenegrino ex Conversano, che ha sostituito l’infortunato cubano Hechavarria; il giovanissimo capitano Ignazio Degiorgio, centrale classe 1999, l’italo-argentino Toni Piatti, il portiere proveniente dal Bologna United, Pasqualino Di Giandomenico, e il pivot Raffaello Corcione.

In casa Gaeta, l’obiettivo è terminare la stagione regolare nel migliore dei modi, per poi dedicarsi anima e corpo, testa e cuore alla Poule retrocessione, così come ha spiegato il pivot Michele Bufoli: «È stata una regular season molto delicata per noi, piena di alti e bassi con vittorie inaspettate e sconfitte non meritate, senza togliere nulla alle altre compagini che hanno dimostrato maggior continuità rispetto a noi. Nell’arco del campionato si può dire che abbiamo forse disputato solo una partita con la rosa al completo, e questo ci ha penalizzato veramente tanto. Sono state molte le difficoltà con cui abbiamo dovuto fare i conti, tra indisponibilità di campo per effettuare sedute di allenamento regolari e infortuni pesanti, come quello di Amato che lo ha costretto a fermarsi anticipatamente. In quest’ultima giornata che di fatto non ha valore in merito alla classifica, affronteremo una compagine massiccia, composta da un mix di giovani talenti e giocatori di esperienza. Noi durante la settimana ci siamo allenati a ritmi intensi, e ce la metteremo tutta per chiudere in bellezza la prima fase e, soprattutto, toglierci tante soddisfazioni nella seconda».

Fischio d’inizio alle 18.00 di sabato 25 febbraio, presso il Palasport di Pontinia, in via Aldo Moro. Direzione arbitrale affidata alla coppia Cardone-Cardone.

di Alessandra Aprile 

Commenta per primo