Itri:LA ZATTERA DEL TEATRO UN’ INSALATA DI STORIE Gli spettacoli finali dell’ IC Itri.

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

22 – 29 Maggio
Piazza Rodari, Itri 

Dal 22 al 29 Maggio una settimana di spettacoli con protagonisti i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Itri. In scena ogni pomeriggio in Piazza Rodari tutte le classi dell’istituto coinvolte nella XXX edizione del progetto “La zattera del teatro” promosso dal Teatro Bertolt Brecht nell’ambito del Fus del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
“Un’insalata di storie” il titolo della rassegna finale con filo conduttore il cibo con racconti, aneddoti e leggende tra passato e contemporaneità, tra botteghe e ipermercati, tra origini e contaminazioni, tra corretta alimentazione e gusto. Tutti i ragazzi della città e dell’istituto, dalle elementari alle medie, le loro famiglie ed il corpo docenti coinvolti in una grande zattera che a vele spiegate viaggia e racconta storie.
Da gennaio a maggio i ragazzi sono stati portati per mano nel grande gioco del teatro dagli operatori del collettivo formiamo Biagio Musella, Marco Mastantuono, Elizabeth Stacey, Antonella Spirito, Leonardo Mazza, Pasquale Napolitano, per la direzione artistica di Maurizio Stammati e l’organizzazione di Pasqualina De Santis. I costumi e le scenografie degli spettacoli finali saranno di Marilisa D’Angiò e Alessandra Battaglia, audio e luci di Antonio e Giuseppe Palmiero, staff tecnico Giorgio Stammati e Enzo D’Urso. 
“Per l’anno scolastico 2016-2017 l’IC Itri ha elaborato un progetto d’istituto su/intorno al cibo, affrontando la tematica sotto molteplici sfumature: scientifiche, storico-geografiche, sociali ma anche musicali, letterarie, poetiche, creative. Da questo punto di vista si sono inseriti i laboratori teatrali curati dal Teatro Bertolt Brecht e dalle insegnanti. Un lavoro di team, privilegiando l’aspetto formativo, educativo, insieme alla valorizzazione e alla scoperta delle abilità comunicative, creative, espressive. Un lavoro di gruppo classe, mirato alla coesione, alla capacità di condividere obiettivi comuni, differenze, ma anche regole, capacità di attendere, rispetto, gioia e idee degli altri”, afferma la dirigente scolastica Lidia Cardi.