LA CULTURA CHE RESISTE

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

IPAB Ss AnnunziataPresentata la stagione 2014 – 2015 dei Teatri Riuniti del golfo e del Teatro Partecipato. Una cultura che resiste, una cultura che diventa rete, una cultura partecipata al servizio della città. Due i cartelloni: la stagione dei Teatri Riuniti del Golfo (Teatro Bertolt Brecht, Teatro Remigio Paone, Teatro Ariston) e del Teatro Partecipato presso il Teatro Remigio Paone di Formia.

Parte ad Ottobre la seconda stagione del circuito teatrale del golfo con 73 eventi, 90 giornate e 3 tipologie di abbonamenti.

Undici rassegne caratterizzeranno i tre teatri tra Formia e Gaeta: la stagione del teatro d’attore ad abbonamento “Senza Sipario”, le domenica per i ragazzi “Famiglie a teatro”, il contenitore di storia e storie “Incontri e racconti”, “Parole sotto lo schermo” a cura di Alessandro Izzi, il teatro a cappello con “Sciapò”, le serate del “Cabarecht”, il circuito regionale dei Teatri Off, la stagione teatrale ad abbonamento presso l’Ariston, le grandi novità della concertistica “Classicamente” a cura di Salvatore Lombardi e della danza contemporanea “Raccontar danzando” a cura di Theodor Rawyler..

Continua la significativa esperienza del Teatro Partecipato al Remigio Paone che coinvolge 15 associazioni per 20 eventi per tutti i gusti e le tipologie di pubblico.

“Vogliamo partire con grande ottimismo, nonostante tutte le difficoltà andiamo avanti. E’ iniziata dall’idea di un palco plurale, potremmo dire la migliore offerta, un programma straordinario”, ha affermato il direttore dell’Ipab SS. Annunziata Giovanni Caprio.

Un appello accorato arriva da Rita Simeone del Teatro Ariston di Gaeta: “Da Luca De Filippo a Lina Sastri, Da Buccirosso a Biagio Izzo insieme alle migliori compagnie di teatro per ragazzi per le scuole oltre alle tradizionali attività anche di formazione per il cinema: un nuovo giro di boa dopo i nostri 60 anni. Accogliamo la sfida di andare avanti, c’è tanto lavoro e tanta fatica dietro questo cartellone, una struttura come la nostra ha senso di esistere se viene sostenuta ed amata da tutti, il teatro è un luogo prezioso”.

“Questo cartellone è la realizzazione di un piccolo sogno, vedere un programma così importante e soprattuto vedere realizzata una relazione importante tra tre teatri che si consolida è un successo. La nostra ammiraglia Senza Sipario ospiterà Gianfranco Berardi, Ugo Chiti, Alessandro Benvenuti ma il 90% del programma è sostenuto unicamente da chi lo realizza, con il rischio ed il coraggio di impresa che comporta, ci reggiamo sull’aiuto del pubblico, è il centro del nostro sostentamento per questo è importante abbonarsi, per permetterci il prossimo anno di offrire la stessa qualità, la qualità costa”, afferma Maurizio Stammati del Teatro Bertolt Brecht.

Presente anche l’assessore alla cultura del Comune di Gaeta Sabina Mitrano: “Non so se c’è in provincia un’offerta così variegata, grazie a chi fa una proposta culturale così in questo momento. Il Teatro Ariston è per noi un’istituzione, nel nostro piccolo cerchiamo di dare un contributo grazie ad convenzione e una rassegna di teatro amatoriale che si potrebbe allargare al Teatro partecipato del Remigio Paone. Questo cartellone è un’osmosi tra due città che per altro sembra così difficile, è’ l’unico o migliore esperimento in questo senso”.

“Il mio è solo un sentito grazie anche a nome del consiglio d’amministrazione, lo facciamo con molto entusiasmo nonostante tutte le difficoltà che incontriamo. Se resistiamo è grazie al pubblico ed in particolare alla dedizione di Giovanni Caprio, direttore dell’Ipab”, chiude il Presidente ff. dell’Ipab SS. Annunziata Piero Bianchi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.