La “Scottish Diaspora Tapestry” sbarca a Picinisco

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

David Duszynski
David Duszynski ed uno degli arazzi sullo sfondo

CULTURA: Inaugurata nei giorni scorsi “Scottish Diaspora Tapestry”, una mostra di oltre trecento arazzi, raffiguranti le avventure degli scozzesi nel mondo.

I pannelli, cuciti a mano da trentacinque comunità artistiche scozzesi sparse nel mondo, raffigurano tutte le più importanti tappe dell’attività degli scozzesi, in cinque continenti, Europa, Asia, Americhe ed Australia, ogni pannello racconta una storia.

Attraverso i pannelli, finemente ricamati a mano, si può intraprendere un viaggio all’interno dell’emigrazione del popolo scozzese, imparando a conoscere i simboli della Scozia e le attività che gli scozzesi hanno portato in giro per il mondo.

Marietta Di Ciacca
Marietta Di Ciacca

La mostra curata ed allestita da Marietta Di Ciacca, è stata presentata nel corso di uno dei “caffè sospesi”, del Festival delle Storie, dove la stessa Di Ciacca, intervistata da David Duszynski, ha presentato i pannelli, in anteprima, coinvolgendo i presenti in un viaggio per immagini, mentre una signora iniziava a cucire un nuovo arazzo dedicato a Picinisco ed ai Piciniscani, che hanno portato il nome del piccolo paesino ciociaro nel mondo.

Un momento del ricamo
Un momento del ricamo

La mostra allestita all’interno del Museo dell’Energia di Picinisco, nell’incantevole scenario del “Montano” dove il verde la fa da padrone e la rumorosa cascata fa da sfondo, sarà visitabile fino al prossimo 26 settembre, e chi vorrà potrà partecipare personalmente alla creazione dell’arazzo su Picinisco, mettendosi alla prova con lana e ago.

di Enrico Duratorre

Commenta per primo