L’ARCIVESCOVO DI GAETA PRESIEDE LA CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA PER LA FESTIVITA’ DI SANT’ANDREA APOSTOLO IN TRIVIO DI FORMIA

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Da giovedì 21 novembre è in corso il programma religioso per la festività di Sant’Andrea Apostolo in Trivio di Formia che vede alternarsi nelle celebrazioni eucaristiche Mons. Giuseppe Sparagna, vicario generale, don Cristoforo Adriano, don Alfio Sarvà, don Mariano Parisella, don Carlo Lembo, don Antonio Centola, don Giuseppe Di Mario.

Sabato 30 novembre alle ore 17.00 concelebrazione eucaristica presieduta dal nostro Arcivescovo S.E. Mons. Fabio Bernardo D’Onorio e animata dal gruppo liturgico, dal coro parrocchiale e dai pescatori di Formia e di Gaeta.

Alle ore 18.00 processione con la statua e la reliquia di Sant’Andrea Apostolo per le vie del paese animata dal Complesso Bandistico “U. Scipione” di Formia.

Alle ore 19.00 spettacolo pirotecnico della ditta “Big Art” di Castelforte e dalle ore 20.00 festa in piazza con assaggio di specialità del Golfo offerte dai pescatori di Formia e di Gaeta con particolare ringraziamento all’Ittica Purificato.

Alle ore 20.30 Serata musicale con Rita Mariani e la sua band.

Significativo l’appello ai carissimi fedeli della comunità parrocchiale di Trivio: “nell’anno del sinodo diocesano e della visita pastorale che il nostro amato Pastore inizierà il prossimo gennaio, in occasione della festa di Sant’Andrea, primo chiamato, vi invito a riprendere insieme il nostro cammino, sostenuti dalla guida autorevole del nostro Santo Patrono, per ripartire da Cristo ossia ritrovare in Lui le radici del credere e vivere da cristiano.

Perciò, anche noi assetati di verità, con una certa risolutezza vogliamo rivolgere a Gesù la domanda dei primi che lo hanno incontrato con simpatia: “Maestro dove abiti?”, “dove vivi Maestro perché possiamo condividere con Te le nostre giornate? Dove incontrarti perché possiamo discutere con calma e cercare risposte ai nostri dubbi e agli enigmi della vita?”

Gesù anche oggi ci risponde come allora “Venite e vedrete”. Entusiasta e conquistato da Gesù dunque Andrea non esita neanche un momento, lascia tutto e taglia i ponti con quelle sicurezze che garantivano un futuro e una sopravvivenza per camminare soltanto dietro a Gesù e dimorare con Lui. Così il discepolo lascia tutto e trova un altro tutto. Anche tu sull’esempio di Sant’Andrea sei chiamato a cercare, a vedere, a fermarti e seguire Gesù. Allora in Lui troverai quel che desideri, in Lui il tuo cuore sarà saziato e troverai acqua per la tua sete”.