Latina: METROPOLITANA: INTERVENTO DEL SINDACO DI GIORGI

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Il sindaco Giovanni Di Giorgi interviene sulla vicenda relativa al progetto di realizzazione di una infrastruttura di trasporto di tranvia su gomma per collegare Latina Scalo con il centro cittadino e i nuovi quartieri, definito progetto “Metropolitana leggera”,  avviato dal Comune di Latina nel 2004.

“La mia posizione e quella dell’ente che rappresento è chiara ed è la stessa da quanto mi sono insediato; consapevole dei possibili riflessi che l’opera farà ricadere sul bilancio dell’ente, abbiamo attivato tutte le procedure necessarie per verificarne la sostenibilità con continui incontri interistituzionali e carteggi fino a qualche settimana fa. Non capisco, quindi, quale chiarezza debba essere fatta. Nello specifico, come fissato nel programma di governo per la città, abbiamo affrontato il tema della metropolitana leggera in tutti i suoi aspetti ma la criticità maggiore è la sostenibilità finanziaria dell’opera, non realizzabile alle condizioni iniziali. L’amministrazione comunale, quindi, ritenendo che l’infrastruttura fosse di interesse sovraordinato per il suo collegamento alla ferrovia Roma-Napoli e con i comuni limitrofi a Latina, ha chiesto alla Regione più di un anno fa di valutare se l’opera fosse di interesse regionale e conseguentemente di accollarsi i relativi costi annuali di gestione, che altrimenti sarebbero ricaduti sul Comune di Latina, con grave danno per la casse comunali pari a circa cinque milioni di euro l’anno per trenta anni, cioè la durata del contratto con “Metro Latina S.p.A.”, che è affidataria della concessione per la realizzazione e gestione dell’opera, quindi parliamo di 150 milioni di euro.

Dopo vari incontri è arrivata la disponibilità della Regione a sostenere quei costi attraverso il provvedimento della Giunta regionale del 13 luglio 2012, con il quale è stato dichiarato “l’interesse della Regione alla realizzazione e gestione della Metropolitana di Latina, sostenendone la realizzazione anche attraverso l’Azienda regionale COTRAL S.p.A.” Sempre la Giunta ha deliberato, inoltre, di “promuovere la partecipazione della Società di trasporto regionale COTRAL S.p.A: alla Società Metro Latina, sia quale partecipazione finanziaria in conto capitale, sia quale gestore dell’infrastruttura e del relativo servizio”.

Successivamente – prosegue il sindaco – il 29 ottobre 2012 il Consiglio comunale nell’esaminare la questione ha votato un ordine del giorno che mi ha dato mandato di proseguire nella ricerca di motivazioni idonee ad ottenere l’eventuale risoluzione giudiziaria del contratto con Metro latina SpA, e comunque di proseguire nel percorso avviato con la Regione affinché l’opera venga realizzata e gestita da Cotral S.p.A., cercando in tal modo di evitare così ogni ricaduta negativa sulla città di tale progetto. Pertanto, al fine di evitare un costo a carico dei cittadini di 150 milioni di euro insostenibile per il bilancio comunale, bisogna solo attendere le determinazioni di Cotral S.p.A. in merito alla delibera regionale del 13 luglio 2012 .

Quindi il futuro dell’opera dipende dalla volontà della Regione di dar seguito alla propria delibera di Giunta del luglio 2012. Nel frattempo, ripeto, essendo l’opera di grande interesse per la città, stiamo proseguendo con gli incontri presso la Regione, il Ministero e i relativi organi tecnici per verificare la sostenibilità dell’opera.

Sia chiaro che io come sindaco devo pensare ad agire esclusivamente per il bene del Comune e dei cittadini e non posso permettere di far gravare per decenni sulle casse comunali costi che l’amministrazione è impossibilitata a sostenere”.