L’AZIENDA FAUNISTICA VENATORIA FRA’ DIAVOLO PARTE CIVILE CONTRO I BRACCONIERI A ITRI?

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Sinapi Silverio, presidente associazione faunistica Fra' DiavoloITRI – Subito dopo la diffusione della notizia dell’episodio di bracconaggio verificatosi ad Itri in località “Raino” nella mattinata di giovedì 18 settembre u.s., nel plaudire all’azione di controllo svolta dal CFS, l’azienda faunistica venatoria “Fra’ Diavolo” sta valutando l’opportunità di costituirsi parte civile nell’istaurando procedimento a carico del bracconiere sorpreso in flagranza di reato dagli agenti dell’ispettore del CFS Roberto Broccoli.

A tale proposito, il presidente dell’A.F.V. Frà Diavolo, Silverio Sinapi, è intervenuto dichiarando: “Siamo particolarmente soddisfatti del successo ottenuto dal Corpo Forestale dello Stato in quanto ormai da diversi anni denunciamo episodi di bracconaggio verificatisi nei territori comunali, ivi compresi quelli ricadenti nel perimetro dell’A.F.V. Frà Diavolo, consapevoli del fatto di avere un dovere, anche morale, in tal senso nell’interesse dell’ambiente e della collettività in generale; dal canto nostro continueremo con la nostra attività di controllo del territorio, rafforzandola ulteriormente, al fine di scongiurare tanto gli episodi di bracconaggio quanto gli incendi boschivi, ciò in piena sinergia con gli uomini del Corpo Forestale dello Stato e delle Forze dell’Ordine in generale cui dobbiamo essere di supporto; quali cacciatori rispettosi della legge e onesti cittadini ci sentiamo profondamente lesi per quanto accaduto, pertanto valuteremo l’opportunità di costituirci parte civile nell’instaurando procedimento penale anche perché il fatto è accaduto entro i confini dell’A.F.V. Frà Diavolo. Concludo rivolgendo un sentito ringraziamento agli uomini del Corpo Forestale dello Stato che operano sul nostro territorio per l’attività di controllo che quotidianamente svolgono non senza qualche difficoltà a causa della vasta estensione del territorio medesimo. Al tempo stesso, alla vigilia dell’apertura della stagione venatoria, rinnovo l’appello a tutti i cacciatori affinchè portino alto il nome di coloro che si dedicano a questa disciplina con un comportamento che preservi e tuteli l’ambiente e l’intero habitat biofaunistico e boschivo”.

Autore: Orazio Ruggieri

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.