LAZIO; PL PROTEZIONE CIVILE: COMUNITA’ MONTANE ELIMINATE DA FUNZIONI E COMPITI

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Le funzioni e i compiti delle Comunità Montane, nell’ambito della proposta di legge sulla Protezione Civile, in discussione nella I Commissione consiliare del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Baldassarre Favara (Per il Lazio), sono state eliminate con la soppressione dell’articolo 10 che inizialmente le comprendeva.

Il parere favorevole alla soppressione dell’articolo è stato anche espresso dall’Assessore alle Autonomie Locali della Regione LazioConcettina Ciminiello, presente alla seduta, che ha condiviso l’emendamento presentato dallo stesso Favara che proponeva la soppressione dell’articolo.

La Proposta di Legge è la n. 42 del 19.06.2013 concernente: “Sistema integrato regionale di protezione civile e istituzione dell’Agenzia regionale di protezione civile”, sulla quale si sta concentrando l’attenzione della Commissione.

 

Ma è sull’articolo 6, sulle funzioni e compiti delle Province, che emergono le diversità di posizione: il M5S con i consiglieri Valentina Corrado (presentatrice di un emendamento soppressivo) e il vice presidente Gianluca Perilli hanno espresso la loro contrarietà nell’inserire le Province nella legge in discussione perché: “risulteremmo incauti nel farlo mentre è in atto l’incertezza sulla loro sorte futura”. L’emendamento di soppressione dell’articolo non è passato.

 

La maggioranza, rappresentata da: Fabio BelliniSimone Lupi e Massimiliano Valeriani (Pd), Maria Teresa PetrangoliniCristiana Avenali e Gian Paolo Manzella (Per il Lazio), Oscar Tortosa (Psi), oltre al presidente Favara, hanno invece sostenuto che con l’abrogazione dell’articolo veniva dato un segnale politico contrario alla volontà di mantenere in vita le Province.

 

Ferma la posizione di Giuseppe Cangemi (Pdl) e Francesco Storace (La Destra) che, esprimendo la contrarietà all’abolizione delle Province, hanno chiesto di inserire nella norma un’esplicitazione chiara sulle loro funzioni e compiti, altrimenti si rischiano sovrapposizioni e duplicazioni di competenze con la Regione e i Comuni.

 

Dopo l’approvazione di un emendamento del presidente Favara che modifica l’articolo 6, i lavori della commissione sono stati aggiornati e riprenderanno nella prossima seduta sull’argomento lasciato in sospeso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.