Minturno : Rimborso oneri concessori, libri di testo e verifiche TARI, l’intervento del Presidente della Commissione Bilancio, Gennaro Orlandi.

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Interviene il presidente della Commissione Bilancio del Comune di Minturno, dott.

Gennaro Orlandi, a rassicurare i cittadini Minturnesi relativamente alla questione, di

recente evidenziata su tutti i media nazionali, dell’errata determinazione della TARI

in molte municipalità.

“Nei giorni scorsi, insieme all’Assessore al Bilancio Ing. Daniele Sparagna, abbiamo

provveduto a verificare con l’Ufficio Tributi che la determinazione della TARI fosse

stata calcolata correttamente.

Come si evince anche dagli avvisi di pagamento inviati agli utenti, la quota variabile

della tariffa, per le utenze domestiche, è stata applicata esclusivamente

sull’abitazione, e non sulle pertinenze (box, cantine, solai). Pertanto possiamo dire in

tutta tranquillità che Minturno non rientra tra i Comuni incappati nell’errore di

determinazione della tariffa.

Colgo l’occasione per informare la cittadinanza che in questi giorni gli uffici preposti

stanno provvedendo al rimborso dei libri di testo delle scuole secondarie di primo e

secondo grado relativi agli anni scolastici 2015/16 (6.820 euro) – 2016/2017 (6.311

euro). Ci tengo a sottolineare come si stia rimborsando il 100% delle somme

richieste.

E, sempre in tema di rimborsi, sono in via di definizione anche quelli relativi agli

oneri concessori. In questo caso si tratta di un rimborso che tanti cittadini

attendevano da anni, e che finalmente possiamo erogare grazie all’impegno

dell’amministrazione nell’inserire queste cifre nel bilancio 2017.

E’ stato già liquidato un primo gruppo di pratiche, per un importo di 26.124 euro,

mentre altre verranno liquidate prossimamente, per un totale superiore ai 100.000

euro. Invito gli utenti interessati a comunicare al Comune il codice IBAN del proprio

conto corrente bancario o postale, così da rendere possibile l’accreditamento delle

somme. Questo era un nostro impegno, più volte sottolineato nel corso della

campagna elettorale del 2016, che oggi possiamo definire rispettato.”