Minturno: Topi d’appartamento, “Subito un tavolo in Prefettura!”

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

In merito alla recrudescenza dei reati predatori che nelle ultime settimane si sta verificando nel sud pontino, in particolare sul territorio di Minturno, sono intervenuti il segretario locale del movimento Idea Popolo e Libertà, Angelo Graziano, e il consigliere di minoranza Vincenzo Fedele, chiedendo al Sindaco l’attivazione di un tavolo ad hoc presso l’Ufficio Territoriale del Governo a Latina.

“Nonostante il lodevole sforzo messo in campo in quest’ultimo periodo dalle forze dell’ordine, a cui va tutto il nostro plauso – ha spiegato Graziano – è diventato necessario essere uniti ed affrontare la questione in maniera più incisiva. Al di là di ogni colore politico e in spirito di massima collaborazione, chiediamo al primo cittadino di farsi portavoce presso la Prefettura, magari di concerto con i sindaci dei Comuni limitrofi, anch’essi coinvolti in questa grave situazione. Riteniamo – ha aggiunto Graziano – che sia necessaria l’adozione di un piano di emergenza che veda coinvolti più attori nel garantire la sicurezza dei cittadini. Non è assolutamente accettabile che i residenti siano costretti ad organizzarsi in ronde, o addirittura ad armarsi, mettendo a rischio la loro incolumità ed alimentando inutili populismi che non giovano certo al vivere civile”.

Repressione, ma anche prevenzione. La proposta giunge direttamente dal consigliere di opposizione Vincenzo Fedele che ha aggiunto: “Purtroppo contro i reati predatori non esiste una legge abbastanza incisiva. Tuttavia dal canto nostro abbiamo numerosi strumenti di prevenzione. Stando ad alcune informazioni, sembrerebbe che queste persone sospette di essere topi d’appartamento abbiano una dimora nel comune. Proponiamo dunque al Sindaco di attivare una task force volta ad effettuare accertamenti e controlli nelle abitazioni dove insistono situazioni ambigue, ovvero in cui vivono persone che pur non avendo un lavoro stabile sono soggette ad un canone di locazione. In tal modo si metterebbero ancor più in difficoltà queste persone non gradite, semplificando in tal senso anche l’azione delle forze dell’ordine”.

Minturno 27.11.2017