Mondragone: Approvato il bilancio previsionale dell’anno in corso.

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

(foto Riccio)
(foto Riccio)

Con l’approvazione del bilancio previsionale dell’anno in corso, confermando la continuità nel tempo, si da’ avvio ad interventi ed azioni nell’esclusivo interesse della Città di Mondragone e della sua Comunità. “L’approvazione dello strumento finanziario – dichiara il sindaco Giovanni Schiappa – ha determinato chiaramente gli equilibri di governo cittadino, nel segno di un patto di salute pubblica, stipulato circa cinque mesi fa, al fine di garantire un governo coeso e responsabile basato sulla serietà degli uomini e l’affidabilità del relativo impegno a favore della nostra Città. Nonostante il difficilissimo momento, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo avviato un intenso lavoro di risanamento economico dell’Ente che già comincia a regalarci i primi frutti. In questi giorni, per quanto riguarda le strade della nostra Città, sarà pubblicata una gara dell’importo di circa 250.000 euro che ci consentirà di intervenire – attraverso il ripristino dei manti d’asfalto – su tutte le arterie principali del nostro territorio (Viale Margherita, Via Venezia, Via Cementare, Via degli Oleandri, Via Castel Volturno, Via Boccucci, Via Vecchia Starza, Via Amedeo) e, finalmente, diremo addio alle odiate ed indecorose buche che si distribuiscono sulle nostre strade, così come a brevissimo avverrà per via Napoli e tra non molto per l’importante via d’accesso al mare rappresentata dal Viale Europa. Ieri sono partiti i lavori per la realizzazione della nuova caserma della Polizia Locale presso il quartiere Sant’Angelo che, a breve, consegneranno ai nostri Vigili Urbani una sede più confortevole e organizzata ma, soprattutto, tutti quegli spazi e strumenti che, in termini di innovazione tecnologica, ci porteranno al passo con i tempi alla luce dell’imminente avvio dei lavori di potenziamento della video-sorveglianza cittadina. I locali dell’ex Municipio in Piazza Umberto I – commenta il sindaco Schiappa – ci consentiranno di allocarvi uffici e sportelli che contribuiranno alla rivitalizzazione del centro storico certamente favorita anche dall’utilizzo parziale dei locali del restaurando Palazzo Tarcagnota insieme al recupero ulteriore del Palazzo Manna in via di predisposizione e finanziamento. Poi, dopo l’importante finanziamento d’euro settecentomila per la realizzazione del primo asilo nido comunale accanto all’istituto scolastico arcobaleno, siamo riusciti – insieme a pochissimi altri Comuni della nostra provincia e pochi dell’intera regione – ad ottenere un finanziamento per la messa in sicurezza della scuola materna sita in Via Taglialatela per un importo pari a circa seicentomila euro. Oltre all’imminente avvio dei lavori di sistemazione della strada che collega la Via Domiziana con la strada provinciale Incaldana che, soprattutto durante i mesi estivi, diventa sempre più necessaria, il prossimo completamento di Via Duchi Carafa farà sì che l’apertura del nuovo edificio scolastico provinciale, il cui secondo lotto è in via di completamento, può coincidere con il ridisegno del traffico urbano interessante la vicina Via Boccucci, probabilmente per l’inizio del nuovo anno. L’avvio dell’azione di recupero delle strade cittadine Via Carducci e Via D’Annunzio, in altre parole di quelle aree comprese fra Via Domiziana e Viale Italia che da troppo tempo necessitano di attenzione, è una realtà così come nelle prossime settimane lo sarà la definizione ultima del Monumento ai Caduti delle Cementare ed il completamento del piano di recupero Starza che, per la nostra Comunità, rappresenta un’iniezione di fiducia rispetto a progettualità che da troppi anni non riuscivano a vedere la luce. La prossima nuova immagine del lungomare sud “Federico” – aggiunge il Primo cittadino – con le piste ciclabili della zona mare collegate al Viale Margherita da un cavalcavia nei pressi dell’area ex Cirio, in prossimità di una nuova rotonda ormai di imminente realizzazione, sarà attuato un intervento di riqualificazione integrale nell’area dell’ex campo sportivo sul Lungomare nord “Federico”, realizzando un primo lotto relativo ad uno skatepark, per troppi anni desiderato dai nostri giovani,  ed un secondo lotto “playground” con due campi sportivi polivalenti, senza dimenticare gli spazi a parcheggio ed il verde che fa da contorno. Il termine dei lavori di realizzazione del palazzetto dello sport in Via Fantini per l’anno 2014, l’imminente pubblicazione del bando di gara dei lavori al campo sportivo di Via Padule da parte della Stazione Appaltante Unica ed il completamento delle strutture sportive polivalenti in Via Pirandello ed in Via Vecchia Starza, attigue entrambe ad edifici scolastici comunali, ci consegneranno gli spazi per la sana educazione sportiva dei piccoli mondragonesi. Le buone notizie non sono finite, stiamo predisponendo ed iniziando a realizzare, attendendo fiduciosi anche dei finanziamenti dedicati, una serie d’interventi mirati relativi ad un piano di sistemazione dei sottoservizi presenti nelle zone più critiche della Città, cercando di far sì che Mondragone non debba continuare a sopportare problematiche “storiche”. In questo bilancio, poi, tra i tanti interventi che abbiamo voluto mettere in cantiere merita un cenno particolare il grande risalto dato alla manutenzione di parchi e giardini con uno stanziamento di 100.000 euro che ci consentirà di avviare le procedure di gara per la gestione di un verde pubblico all’altezza della nostra Città, così come abbiamo inserito in bilancio un ulteriore stanziamento di 50.000 euro per la realizzazione di aree gioco per i più piccoli dalla zona mare per poi raggiungere, nei prossimi bilanci, i quartieri più interni della Città. Nei prossimi giorni, settimane e mesi, infine, continueranno gli interventi in tema di demolizioni in danno – termina il sindaco Giovanni Schiappa – di manufatti che, soprattutto nella zona lido, deturpano il paesaggio di una Città che, dopo aver definitivamente risolto le ataviche questioni urbanistiche ivi insistenti, è pronta  per un piano di utilizzo della fascia costiera che restituirà la giusta dignità a Mondragone ed ai Mondragonesi”.