Mondragone: Cantarella, tenutasi stamattina la conferenza dei servizi.

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

(foto Nazzaro)
(foto Nazzaro)

Si è tenuta stamattina, 30 ottobre, nel Comune di Mondragone, presso la Sala Consiliare “Conte”, l’attesa conferenza dei servizi sul tema dell’ex discarica sita in località Cantarella. Hanno preso parte alla conferenza  l’assessore provinciale all’ambiente Paolo Bidello, il neo direttore dell’Arpac di Caserta, Barbati, il direttore tecnico della Geo Project, Di Nardo, il capo ripartizione tecnica del Comune di Mondragone, Vincenzo De Lisa, il responsabile della relativa unità operativa dell’Ente Antonio Friello, insieme al sindaco Giovanni Schiappa, al Presidente del Consiglio comunale Pasquale Marquez, all’Assessore all’Ambiente Benedetto Zoccola ed ai consiglieri comunali Peppino Verrengia, Antonio Pagliaro, Gerardo Napolitano, Luigi Mascolo, Peppino Piazza, Fabio Gallo, Luigi Beatrice e Nino Del Prete. Assenti l’Asl e la Regione Campania che, al prossimo tavolo tecnico operativo, che si terrà a stretto giro, saranno nuovamente invitate. Lo scopo della conferenza dei servizi  è stato quello coordinare al meglio le parti interessate –  a vario titolo – alla bonifica integrale dell’ex discarica, e fare in modo che la sequenza procedimentale degli interventi da compiere sia quanto più celere ed efficace. “Sebbene i primi riscontri dell’Arpac non siano ancora giunti – spiega l’Assessore all’Ambiente Benedetto Zoccola – l’incontro di stamattina è stato senza dubbio molto produttivo, poiché tutti hanno potuto confrontarsi sullo stato dei fatti e su quello che bisogna fare per liberare definitivamente la zona della Cantarella dai rifiuti. Da un punto di vista operativo, è chiaro che lo svuotamento dell’intera discarica deve necessariamente essere preceduto da una nuova caratterizzazione dei rifiuti”. Tra i vari interventi sono emerse le considerazioni dell’Assessore Paolo Bidello, il quale ha rilevato che sebbene si tratti di un problema da risolvere,  la  situazione di Mondragone non è certamente paragonabile – per nostra fortuna – alle criticità che si riscontrano in altre aree della provincia di Caserta. “La conferenza di stamattina – commenta il sindaco Giovanni Schiappa – ci ha aiutato ad identificare ancora meglio la dimensione del problema, rimanendo nell’attesa delle risultanze delle ultime indagini dell’ARPAC che dovrebbero arrivare tra qualche giorno. Qualora il problema dello svuotamento definitivo dai rifiuti della  ex cava debba circoscriversi al solo aspetto economico, l’Amministrazione comunale sarà pronta a farsi carico per le spese di bonifica, in quanto non esiste spesa più importante di quella che possa garantire, prima ancora che la salute, la serenità dei  nostri concittadini. L’auspicio è senz’altro quello che, in futuro, la burocrazia non continui a rappresentare una sorta di rallentamento. Speriamo d’essere vicini, finalmente, ad un punto di svolta rispetto ad un problema che ci portiamo avanti da quasi dieci anni. La presenza dei consiglieri – continua il Sindaco – è stata molto importante, infatti, riteniamo sia opportuno che sì  metta fine ad ogni sterile divisione su un tema che necessita dell’unità di tutte le forze politiche e sociali del territorio”.