Norma: ARS ET FIDES

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Il Museo Civico Archeologico di Norma festeggia i suoi diciotto anni di attività con un ciclo di mostre ed eventi intitolato “Arte Futura” e dedicato ai giovani artisti. Si è conclusa la selezione dei partecipanti, i quali a partire dal mese di gennaio, sino all’inizio dell’estate, esporranno le loro opere presso il Museo Civico.

Anticiperà la serie di esposizioni la mostra “Ars et Fides” di Emiliano Alfonsi che sarà inaugurata sabato 16 novembre, alle ore 16.30, presso il Museo Civico.

In questa particolare occasione il pubblico che sarà presente all’evento potrà anche visitare il Parco Archeologico di Norba secondo il seguente programma:

  • Ore 15.00: visita del Parco Archeologico di Norba (ingresso gratuito);

  • Ore 16.30: inaugurazione della mostra “Ars et Fides”.

Nella splendida cornice del Parco Archeologico dell’Antica Norba, ARS ET FIDES intende proporsi come un percorso iconografico di Opere pittoriche a carattere Sacro.

Accolta nelle Sale del Museo Civico Archeologico di Norma, la mostra avverte il desiderio di riportare alla luce quello che è sempre stato il rapporto tra la sensibilità artistica e la fede.

Undici opere figurative guideranno lo spettatore nella contemplazione di una “memoria collettiva” e, con l’ausilio delle più antiche tecniche artistiche quali la pittura, la vetrata e     l’ incisione, si darà spazio alla curiosità di coloro che non si accontentano di “vedere” ma  nutrono il desidero di conoscere.

Nulla è gettato al caso: la trasparenza dei soggetti, unita alla “minuzia certosina” delle composizioni, trova riflesso nella compostezza del luogo prescelto, legame indissolubile tra passato e presente.

Emiliano Alfonsi nasce a Roma nel 1980. Dopo il liceo artistico frequenta l’Accademia di belle Arti di Roma sotto la cattedra del Prof. P.Ferruzzi.

Si dedica da subito alla professione di pittore aprendo uno proprio studio d’arte. Partecipa a numerose iniziative artistiche entrando in contatto con alte Maestranza nell’ambito dell’arte monumentale le quali influiranno fortemente sul suo percorso artistico aprendogli la strada verso la realizzazione delle sue Opere più rilevanti, tra cui prestigiose commissioni pubbliche ed esperienze estere quali Tokio e la Repubblica del Benin .