Pallamano: Fallita la prima possibilità di vincita per la Geoter Gaeta.

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Svanisce per un soffio la possibilità di ipotecare i primi tre punti stagionali per la Geoter Gaeta. Sull’ostico campo del “PalaCus” di Palermo, al cospetto della squadra allenata da coach Pezzer, la formazione biancorossa ha condotto una gara impeccabile, giocata sul filo dell’equilibrio e decisa soltanto negli ultimi cinque minuti. I ragazzi gaetani hanno pagato, ancora una volta, un pizzico di inesperienza, che si è rivelata decisiva in senso negativo per il risultato finale, ma questo non ha escluso gli ulteriori segnali positivi di crescita che, partita dopo partita, emergono sempre di più. Tra i migliori in campo, i giovani Recchiuti, miglior realizzatore a quota 9, e Bettini; da sottolineare anche la prova del coach-player Onelli, che chiude con 7 sigilli siglati. Tra le fila degli universitari, menzione d’onore per il portiere Errante, autore di parate determinanti, e per Uros Krasovec, che firma ben 17 reti.

L’approccio alla gara dei laziali è quello giusto, nessun timore reverenziale e atteggiamento offensivo, la Geoter scappa subito via tenendo a bada gli avversari senza mai farsi agganciare, nonostante l’equilibrio regni sovrano, tanto che negli spogliatoi si ritorna tenendo il muso avanti, 14-16. Al ritorno in campo, continua il testa a testa, ma Gaeta prosegue la sua corsa, aumentando il distacco fino al +3, 15-18. E’ in questo momento che si decide di fatto il match. Alla Geoter, vista l’aggressività agonistica in fase difensiva dei padroni di casa, vengono concessi ben tre tiri di rigore, un’occasionissima per allungare il passo che, però, non viene sfruttata perchè nessuno dei tre va a segno. Il Cus Palermo, allora, si rinvigorisce, ribaltando la situazione e infliggendo un parziale di 3-0, che si traduce in parità, 18-18. L’incontro prosegue con continui botta e risposta, poi, negli ultimi 5’, i siciliani mantengono la lucidità necessaria per imporsi, seppur di misura, fissando il risultato finale sul 33-31.

“I segnali di miglioramento sono evidenti, – ha dichiarato patron Francesco Antetomaso – si vede che sta nascendo una squadra, ma paghiamo ancora troppo gli errori di inesperienza che, soprattutto in questo tipo di partite così equilibrate, possono essere determinanti. Per il momento non guardiamo alla classifica, il nostro obiettivo attuale è un altro, e rimango molto fiducioso per il futuro”.

Nel prossimo turno, la Geoter Gaeta sarà impegnata nella seconda trasferta consecutiva, ancora una volta in terra siciliana. Avversaria di turno, la Teamnetwork Albatro Siracusa, reduce da tre sconfitte consecutive, l’ultima inflitta dalla capolista Lazio (31-25); fischio d’inizio alle 15 di sabato 19 ottobre.

CUS PALERMO – GEOTER GAETA 33-31 (p.t. 14-16)
CUS PALERMO: Cassata, Tornambè 4, D’Aguanno 4, Titone, Krasovec 17, Errante, Rosso, Gottuso, Riccobono 4, Ioppolo 2, Rallo, Laplaca 2, Mondello, Maltese. All: Emanuele Pezzer
GEOTER GAETA: Di Palma, Cienzo, Punzetti, Scalesse, Recchiuti 9, Marciano 2, Fritegotto, Onelli 7, Panariello 5, Ponticella 3, Bettini 5, Guinci. All: Paolo Bettini
ARBITRI: Cosenza – Schiavone

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.