Pallamano: OBIETTIVO CENTRATO: LA LUPO ROCCO GAETA VINCE COL VALENTINO FERRARA E CHIUDE IL GIRONE DI ANDATA AL TERZO POSTO.

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Coach Onelli: «Superata una prova di maturità importante, continueremo a lavorare sodo»

Gaeta, sabato 18 novembre 2017 – Obiettivo centrato. La Lupo Rocco Gaeta chiude il girone di andata al terzo posto in classifica, con 10 punti all’attivo e in coabitazione col Noci, grazie alla seconda vittoria consecutiva (quarto successo negli ultimi cinque incontri) conquistata sul campo del Valentino Ferrara.

Un match equilibratissimo e combattuto per 35 minuti, ma poi, grazie ad un break di 8-0, la strada della formazione gaetana è stata tutta in discesa, non lasciando più tempo ai padroni di casa per ricucire lo strappo.

Anche stavolta, proprio com’era successo contro il Noci, a fare la differenza è stata la difesa e la forza del gruppo, che sono riuscite a compensare qualche piccola incertezza in fase offensiva. Miglior realizzatore tra i suoi, l’italo-argentino Fernando Bono, autore di 7 sigilli, seguito da Martin Amato, 6 reti; da sottolineare anche le prestazioni di Lombardi, Antonio e capitan Ponticella. Unica nota stonata, l’infortunio tra le fila sannite dell’ex biancorosso Pierluca Bettini, al quale auguriamo una pronta guarigione.

LA CRONACA – Partenza contratta per la compagine laziale, ben consapevole dell’importanza della posta in palio. Il ghiaccio per i ragazzi di Onelli viene infatti rotto dopo ben 3 giri di lancette da Bono, che pareggia i conti sull’1-1 e dà il via al botta e risposta. I gialloverdi continuano a mettere il muso avanti e, anche se gli ospiti restano sempre alle calcagna, al 19’ si registra il primo ritardo più importante, 7-5. Due lunghezze di distacco che vengono azzerate al 28’ sul 10-10, prima che un nuovo mini parziale beneventano mandi tutti al riposo breve sul 12-10.

L’inseguimento riprende nella ripresa e, grazie al duo Ponticella-Lombardi, il nuovo pari è servito: 14-14 al 5’ e fuga annullata. Il Valentino Ferrara ci riprova immediatamente con Pereira, ma è proprio da questo momento che il Gaeta ingrana la marcia e dà il via a 10 minuti di dominio. Retroguardia ermetica e poi Bono, Ponticella, Antonio, Gallo e per ben tre volte Amato: ne deriva, nonostante il time out chiamato da Nasta, un break schiacciante di 8-0, che porta il team caro a patron Antetomaso a condurre sul 15-22 al 15’. Recuperare per De Luca e compagni risulterà impossibile. Il +7, infatti, nonostante i tentativi dei campani di colmare il gap, persiste al 25’, 20-27, e al 27’, 23-30. Il risultato definitivo, 24-30, viene fissato 30 secondi dopo su contropiede da Bettini, che però, proprio dopo aver segnato, appoggia male il piede e si infortuna, lasciando alla vittoria della squadra in cui è cresciuto un pizzico di amaro in bocca.

«Abbiamo superato una prova di maturità importante – ha commentato coach Salvatore Onelli – battendo un avversario molto forte e difficile da affrontare. Dopo un primo tempo opaco, dove non siamo riusciti ad esprimere il nostro gioco, anche per merito della buona difesa sannita, nel secondo siamo stati più lucidi e ordinati soprattutto nelle ripartenze. Non nascondo la mia soddisfazione per questo risultato esterno, ma ora dobbiamo tornare a lavorare sodo perché abbiamo ancora molto da migliorare».

E a lavorare sodo in palestra si tornerà presto, per preparare al meglio il primo impegno del girone di ritorno. Sabato prossimo, 25 novembre, la Lupo Rocco Gaeta volerà in terra siciliana, ospite dell’Andrea Licitra Crazy Reusia, cenerentola del girone ancora alla ricerca dei primi punti stagionali.

Alessandra Aprile

UFFICIO STAMPA GAETA SPORTING CLUB