PAROLE SOTTO LO SCHERMO: IL CIELO DIPINTO AD INCHIOSTRO

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Il 4 gennaio alle 18:00 nella sala del Teatro Bertolt Brecht di Formia, all’interno della rassegna Parole sotto lo schermo – Incontri di cinema e parole, sarà protagonista la grande animazione giapponese. Dopo l’interessantissimo esordio del primo incontro dedicato alla rappresentazione di Cristo nel cinema contemporaneo, si passerà, infatti, alla cultura orientale, alla filosofia e alla sua trasposizione all’interno dell’espressioni artistiche più pop del Sol Levante: anime e manga.

Massimiliano Di Meglio, insegnante e studioso di discipline orientali terrà le fila di questo tema vastissimo nell’incontro dal titolo “Il cielo dipinto ad inchiostro – Simbologia, religiosità e filosofia nella cultura pop di manga ed anime”. L’occasione sarà perfetta per porre domande di non facile risposta: Il fumetto giapponese può essere considerato come un veicolo moderno di mitologia? E in che modo gli anime riescono a farsi portavoce degli snodi secolari della filosofia orientale e di una visione del mondo tutt’altro che banale?

L’incontro vuole essere un sasso lanciato in uno stagno per poi poter restare, sulla riva, a contemplare i cerchi che si allargano fino al cielo.

Parole sotto lo schermo nasce dalla collaborazione tra il Collettivo Teatrale Bertolt Brecht e l’Associazione culturale “Fuori Quadro”. Curato da Alessandro Izzi e giunto quest’anno alla sua quarta edizione, questo contenitore ambisce ad essere qualcosa di più di un semplice spazio per l’esercizio della critica cinematografica. Moltissimi gli ospiti d’eccezione che si sono succeduti sul tavolato del Bertolt Brecht da Giovanni Spagnoletti (Direttore artistico del Festival del Nuovo cinema di Pesaro) a Edoardo Zaccagnini (responsabile dell’Osservatorio italiano di Close-up), da Tommaso Cotronei (regista) a Gennaro Aceto (Drammaturgo e storico del Teatro).

Il prossimo appuntamento previsto è il primo febbraio con una lezione sul rapporto difficile e problematico tra Shakespeare e il cinema moderno. Relatore: Alessandro Izzi.