Pellezzano: Il centro”Giovani più” a Coperchia.

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

coperchiaLa Giunta comunale di Pellezzano ha approvato il progetto esecutivo per la realizzazione della ristrutturazione e attivazione del centro polifunzionale “Giovani più” sito in Via Martiri di Nassirya, a Coperchia. Per la realizzazione dell’opera, l’amministrazione comunale potrà beneficiare di un contributo regionale d’euro 850.000 nell’ambito del Por 2007/2013. Il finanziamento sarà utilizzato per la ristrutturazione di una struttura già esistente all’interno del parco comunale di Coperchia, con lavori di completamento delle rifiniture e degli impianti interni ed esterni, la messa in sicurezza dell’edificio e la creazione di nuovi spazi finalizzati alla realizzazione di sale per conferenze e laboratori educativi, formativi, culturali e d’orientamento. “L’obiettivo è creare un centro formativo-culturale – spiega il sindaco Carmine Citro – finalizzato a favorire la risposta al bisogno del territorio rispetto alle problematiche adolescenziali e dei giovani mettendo in campo azioni poliedriche per l’inclusione sociale e l’accesso al mondo del lavoro abbattendo il fenomeno dell’abbandono scolastico e formativo. Il comune di Pellezzano – aggiunge – ha progettato un intervento di messa in rete di tutte le strutture di tipo sociale e culturale presenti sul proprio territorio e d’intesa con i comuni limitrofi. Inoltre, avendo realizzato un’innovativa rete di banda larga, con impianto di proprietà comunale, può contare sulla possibilità di collegamenti telematici adeguati per la buona operatività delle strumentazioni digitali e informatiche”. I giovani potranno partecipare a diverse iniziative: sostegno scolastico, alfabetizzazione informatica, sperimentazione e formazione nei settori della comunicazione, fotografia, pubblicità e informazione, ma anche nei campi dell’animazione, della pratica teatrale e dell’educazione alla musica, conoscenza dell’arte e della tutela del patrimonio culturale. Oltre all’arredo di base, la struttura sarà dotata d’arredi e attrezzature particolarmente specializzati secondo le singole attività di laboratorio: attrezzature informatiche con collegamenti internet e intranet, lavagne interattive, video proiettori digitali con schermo di proiezione e attrezzature varie per attività teatrale e musicale. “E’ un progetto straordinario – termina il sindaco – che ci permetterà di rendere pienamente fruibile una struttura sociale per la cui realizzazione abbiamo investito tempo e danaro e che, oggi, è spesso oggetto di azioni vandaliche da parte di giovani scarsamente impegnati e motivati. Proprio a questi ultimi è maggiormente diretto il nostro progetto, affinché il bene pubblico diventi per loro, e non solo, un’occasione di crescita e non simbolo di degrado sociale”.