Promozione: Anagni beffa Suio e tenta la fuga in testa alla classifica

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

 

CASTELFORTE – Finisce 1-2 tra Suio Terme Castelforte e Città di Anagni in una delle sfide più attese della 23^ giornata del Girone D di Promozione Laziale. Si trovavano di fronte due squadre in un ottimo periodo di forma, i padroni di casa che, dopo aver dichiarato a lungo di puntare alla salvezza tranquilla, si sono trovati a cullare il sogno di entrare nei play-off; gli ospiti che dalla testa della classifica volevano approfittare dello scivolone dell’Insieme Ausonia in casa dell’Arpino (2-0) per scappare via.

Pernice e Gerli hanno impostato la partita in modo simile, con le squadre che per buona parte del primo tempo si sono annullate. Poche le occasioni nei primi 45′, con tante palle lunghe da una parte e dall’altra, neutralizzate dalle rispettive difese senza troppi affanni. A provarci comunque con più convinzione è il Suio Terme Castelforte, che sembra avere decisamente più verve rispetto agli avversari, ingabbiandoli per poi ripartire velocemente sulle fasce. L’occasione più insidiosa è stata infatti di Lonardo, che al 27′ colpisce al volo, dopo un rimbalzo, un pallone piovuto in area dalla fascia sinistra, incrocia il destro che viene deviato sul palo dal portiere avversario.

Nella ripresa la partita si accende, in tutti i sensi. Prima al 50′ Gagliardi sblocca il risultato per i padroni di casa, con un gran gol spettacolare: tiro da fuori area, decentrato a sinistra, costringe il portiere ospite Mancini ad un intervento d’istinto, senza però riuscire a togliere il pallone dalla porta. L’1-0 meritato però dura solo cinque minuti, quelli che ci vogliono a Cirelli per subire un fallo di un passo all’interno dell’area di rigore. Il direttore di gara concede la massima punizione che viene trasformata proprio dal numero 9 dell’Anagni. Indispettiti dall’atteggiamento dell’arbitro e degli assistenti (a dir la verità, piuttosto rivedibili), gli uomini di Pernice cercano di tornare avanti, ma all’83’ su una ripartenza subiscono il gol di Pappalardo che in acrobazia sfrutta un infortunio difensivo di Fusciello e segna il gol del 2-1. Mastroianni dice qualcosa di troppo nei pressi dell’arbitro, che lo espelle e qui la partita diventa ancora più accesa. Tante le decisioni contestate da parte dei padroni di casa, che vedono ristabilita la parità numerica nel forcing finale dei 5 minuti di recupero (3 più 2 aggiuntivi), quando dopo un contatto con un avversario, Il capitano dell’Anagni Padovani viene espulso.

Ma il punteggio non cambia più. Applausi per i ragazzi di Pernice che hanno dato tutto quello che avevano, venendo però rimontati e sconfitti da una capolista cinica ed implacabile che ha saputo sfruttare le occasioni avute ed è saputa uscire dalle difficoltà nel modo migliore. L’Anagni scappa via, tentando, in quello che sarà lo sprint finale del campionato, una fuga solitaria a +10 dall’Ausonia (secondo) e +19 dall’uscita della zona play-off (Real Cassino, quarto) a 10 giornate dalla fine. Il Suio Castelforte invece può sicuramente guardare a questo finale con sommaria tranquillità, con 13 punti di vantaggio dalla zona play-out e la possibilità di credere ancora nel sogno play-off, distante 8 punti.