Promozione: Thoedicea beffa Ausonia in rimonta, 3-3

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

AUSONIA – Due volte avanti, due volte rimontato, l’Insieme Ausonia apre il 2017 con un pareggio che resta sullo stomaco, come un esagerato cenone di capodanno, contro una Real Thoedicea cinica e brava a non darsi per  vinta fino al fischio finale.

Era importante vincere per la squadra di casa per non perdere terreno nei confronti dell’Anagni e per iniziare al meglio l’anno nuovo, chiudendo il girone d’andata a portata di tiro dal primo posto, mentre il Theodicea cercava punti salvezza, a un passo dall’uscita dalla zona play-out. E parte subito bene l’Ausonia con Caiazzo che si procura un rigore al 4′, rigore che realizza spiazzando Tronchi. Il primo tempo si trascina con il dominio totale della squadra di Gioia che, pur non affondando praticamente mai, non corre rischi facendo girare palla lontano dagli uomini di D’Amico, fino al 46′ quando, a 20” dalla fine del primo tempo, Mario Quintigliano raccoglie in area di rigore un cross dalla sinistra, segnando il gol del 2-0.

Nella ripresa la partita cambia totalmente volto, il Real Theodicea scende in campo con un piglio totalmente differente, sorprendendo l’Ausonia che, dopo un paio di occasioni con Caiazzo, subisce l’iniziativa degli avversari. Al 58′ Pittiglio approfitta di una distrazione della squadra di casa e si presenta davanti a Cenerelli, segnando un gol in diagonale di mancino sul secondo palo. L’Ausonia ci prova, ma subisce ancora un gol, quello del pareggio, di Delicato: al 66′ l’arbitro Di Matteo di Roma concede un rigore che il numero 18 (entrato in campo durante l’intervallo) segna ed il Theodicea agguanta il pareggio. A questo punto l’Ausonia ricomincia a spingere, entra Luigi Gioia al posto di Tomas ed il suo impatto sulla gara è decisivo, su una sua azione arriva il gol di Pirolozzi che riporta in vantaggio i suoi. Ma ancora una volta l’atteggiamento difensivo troppo molle concede al Theodicea l’occasione per pareggiare, al 79′ con Valente.

Al fischio finale si rammarica l’Ausonia che nel finale di gara ha avuto l’occasione di segnare il gol vittoria, ma Caiazzo ha visto Tronchi parare di tutto e quando non c’è arrivato il portiere, come su un colpo sottomisura a botta sicura di Radu, ci ha pensato Carollo a salvare sulla linea. Il Theodicea merita un punto che non basta per uscire dalla zona play-out, distante ancora una lunghezza, mentre l’Ausonia perde terreno nei confronti dell’Anagni (vittorioso 2-0 ad Alatri) e chiude il girone d’andanta al secondo posto, ma a sette punti di distanza dalla capolista.

INSIEME AUSONIA – REAL THEODICEA 3-3

AUSONIA: Cenerelli, Marzocchella, Tomas (81′ Gioia Luigi), Quintigliano Christian, La Manna, Colacicco, Radu, Badu, Quintigliano Mario (77′ Natoni), Caiazzo, Pirolozzi Emanuele.

A disp: Germanelli, Pirolozzi Nicola, Signore, Agbonifo, Bruno. ALL: Luigi Gioia.

R. THEODICEA: Tronchi, Carollo, Capocci, Capraro, D’Aguanno, Thedorof, Di Silvio Daniel (46′ Valente), Arcaro, Del Giudice (46′ Delicato), Pittiglio, Fasulo (52′ Fioravante).

A disp: Iadicicco, Di Silvio Fioravante, D’Agostino, Di Loreto. ALL: Antonio D’Amico.

RETI: 4′ Caiazzo (Rig), 46′ Quintigliano M. (A); 58′ Pittiglio, 55′ Delicato (Rig) (RT), 74′ Pirolozzi (A), 79′ Valente (RT).

AMMONITI: Pirolozzi, Marzocchella, Quintigliano C., Tomas (A); Tronchi, Capraro (RT).

Commenta per primo

Lascia un commento