Il Punto di Natale – Basket

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

E’ oggi il turno della pallacanestro locale, che conta ad oggi 12 realtà dalla Serie B alla Promozione.

SERIE B

Basket Scauri: Dopo la salvezza della scorsa stagione, ecco il terzo campionato consecutivo per Scauri in B. Il roster guidato da Renato Sabatino, rivoluzionato e dall’età media molto bassa, ha iniziato col botto mandando ko Palestrina all’overtime, per poi cogliere altri 2 successi e trovarsi a punteggio pieno dopo 3 turni. Il rovescio di Barcellona Pozzo di Gotto ha dato però il via ad una stagione complicata, fatta di prestazioni a corrente alternata, occasioni mancate (leggasi Venafro e Stella Azzurra corsare al PalaBorrelli) e più di un problema, con i 14 punti in classifica a metà campionato che consentono di passare un Natale relativamente sereno ma con la consapevolezza che occorrerà un cambio di marcia deciso se non si vuole sudare fino all’ultima giornata per sfuggire al gorgo dei play-out.

LA STATISTICA – Tra le prime 11 della graduatoria, solo Catanzaro ha un rendimento esterno peggiore dei delfini, che hanno vinto appena 2 delle 7 trasferte fin qui effettuate ed hanno la 13° media per punti concessi agli avversari lontano da casa (82.29), davanti a Patti, Costa d’Orlando ed Isernia.

C GOLD

Meta Formia: Ambizioni di conferma e puntellamento della propria posizione nel gotha cestistico regionale per Formia, partito per dare seguito alla splendida scorsa stagione con tante novità di roster. Mentre si stentava in campionato, con risultati alterni tra casa e trasferta, in coppa si riusciva a replicare pressochè alla perfezione lo splendido percorso dell’annata passata, chiusa da finalisti perdenti al cospetto della Tiber. Poi, alla vigilia di un finale di andata con 3 scontri al vertice e con la final four alle porte, ecco la bomba deflagrare: il roster sfiducia clamorosamente coach Di Rocco, panchina ad interim a Santoro ed ecco il futuro assumere contorni incerti. La risposta? Espugnato il parquet della Petriana, finora infallibile in casa, e vittoria su Grottaferrata in semifinale di Coppa. La finale mette, a distanza di 4 giorni, ancora i romani sulla strada di Rodriguez e compagni, che dopo un buon inizio di gara cedono il passo e il trofeo, passato per il secondo anno consecutivo sotto al naso dei biancazzurri. Ora, dopo le feste, subito Frassati e Grottaferrata per confermare le proprie ambizioni e girare a metà stagione nella miglior situazione possibile, con un nome nuovo in panchina che rappresenterà il prossimo futuro di una società per nulla abituata a questi scossoni.

LA STATISTICA – Tutto e il contrario di tutto. Formia quest’anno è di difficile lettura. Unica ad espugnare casa Petriana, autrice di una quasi-impresa in casa propria contro Viterbo ma al contempo unica squadra sconfitta dal fanalino Sora. Risultati che, in un girone relativamente equilibrato, rendono quasi impossibile decifrare l’evoluzione futura di una classifica che ha ancora tantissimo da dire.

Virtus Fondi: In casa Fondi, il Natale verrà passato fuori dalla zona play-off seppur a parimerito col Vis Nova. Non certo un dato pronosticabile dopo l’inizio folgorante, anche se va sottolineato una volta di più come in questo girone non ci siano dominatori assoluti. Finora, i ragazzi di Di Fazio hanno dato la sensazione di non riuscire a mettere il cuore oltre l’ostacolo, ritrovandosi spesso a rincorrere e non riuscendo a raccogliere quanto seminato in termini di sforzo. La prova più recente, contro Viterbo, ha ridato però un po’ di fiducia, e chissà che il 2018 non regali qualche soddisfazione in più ad una società che solo due anni fa calcava i campi di serie B.

LA STATISTICA – E’ stata finora una stagione davvero strana: un inizio da 6 su 6, seguito da 1 successo e 6 sconfitte nelle successive 7 gare. Il dato è forse parzialmente giustificabile con la distribuzione del calendario, classifica alla mano più morbido all’inizio e durissimo nella sua parte centrale, con le 6 sconfitte coincise con i 6 scontri diretti contro le prime 5 della classe più la Vis Nova. Solo Formia e Civitavecchia, tra le prime 8, hanno alzato bandiera bianca contro i rossoblù.

C SILVER

Bk Serapo 85: La Serapo c’è e quest’anno ogni avversario se ne è reso conto. I biancoverdi sono finora riusciti a raccogliere 14 punti, mettendo una seria ipoteca sulla qualificazione al girone Promozione della 2° fase quando mancano 6 turni alla fine di questo primo girone. Merito probabilmente di un rendimento sostanzialmente regolare, senza picchi legati al fattore campo. Indice, questo, della capacità del roster gaetano di provare a giocarsela ovunque e contro chiunque, anche se naturalmente di cose migliorabili ce ne sono e lo staff proverà a farlo in vista della parte caldissima di stagione. Ma anzitutto, l’obiettivo è ora quello di massimizzare il rendimento nella prima fase in modo da arrivare quanto più in corsa possibile alla 2°. Step by step.

LA STATISTICA – Come anticipato, la Serapo non ha eccelso né in casa né in trasferta, riuscendo a distribuire vittorie e sconfitte. Se tra le mura amiche i punti sono stati appena 6 (e solo le ultime 4 del girone hanno finora fatto peggio), in trasferta sono arrivati 4 successi in 6 impegni, al pari del Vigna Pia e dietro solo a Pass e Stelle Marine. Tre squadre che stanno letteralmente volando via.

SERIE D

Fortitudo Scauri: Il mese di dicembre ha un po’ guastato il ruolino di marcia in casa Scauri. La Fortitudo, matricola terribile reduce da una promozione e intenzionata ad inseguire un nuovo salto che avrebbe del clamoroso, è incappata in una sconfitta sul campo ed una a tavolino tra più di una polemica. Nulla di irreparabile, certo, ma dal momento che alla ripresa di Gennaio ci sarà lo scontro diretto con la Virtus Pontinia si sarebbe certamente voluto chiudere in maniera diversa un 2017 comunque storico.

LA STATISTICA – Percorso netto per gli scauresi in casa, al pari di Pontinia, Montesacro e Manzao. Sul campo amico, nessuno ha una media realizzativa così alta (76.75), così come nessuno ha subito di meno in trasferta (52.40).

Virtus Terracina: Fanalino di coda insieme a Colleferro e Sant’Anna Morena, la Virtus ha recentemente colto il primo successo stagionale contro il Lido di Roma. Una forte iniezione di fiducia in una stagione complicata, dove la salvezza sarà da giocarsi gara dopo gara e con tutte probabilità si deciderà nelle battute conclusive.

LA STATISTICA – Nessun punto raccolto in trasferta, così come altre 6 formazioni nel girone. Non è un caso che questo dato coincida per tutte le ultime 7 classificate, segno che la salvezza si deciderà principalmente sul terreno amico. Occorrerà massimizzare al meglio il fattore campo se si vuole mantenere la categoria, a partire dai 2 scontri diretti contro Sant’Anna Morena e Colleferro da disputarsi in casa nel mese di gennaio.

PROMOZIONE

Terracina: Una delle vice-capoliste del girone B, a -2 da Sermoneta, nonostante alcuni passi falsi che hanno tolto punti importanti. Pare improbabile non entrare tra le prime 6 e giocarsi i play-off.

LA STATISTICA – E’ il roster con la miglior media realizzativa sia generale (71.50) che parziale (72.20 in casa, 70.33 in trasferta).

Jumbo Formia: Ha letteralmente volato negli ultimi 5 incontri, vincendo sempre e scalando posizioni su posizioni. L’inizio non era stato dei più facili, col ko al debutto a Sermoneta e la sconfitta all’overtime in casa della Futura Sport. Poi, i formiani hanno trovato la quadra macinando gli avversari e piazzandosi ben dentro la “zona verde” che dà l’accesso ai play-off.

LA STATISTICA – Questa per lo più è una curiosità: il rendimento esterno è in equilibrio, ma in senso letterale. Non solo in 4 gare sono arrivate 2 vittorie ed altrettante sconfitte, ma sono uguali anche i punti fatti e quelli subiti (263), così come di conseguenza le rispettive medie (65.75).

Basket Forever: Altra formazione formiana, altra squadra in zona play-off. I punti sono finora 8, prevalentemente raccolti in trasferta e frutto di un record 4-4 sicuramente migliorabile. Una stagione vissuta finora sempre nel segno dell’alternanza, senza mai collezionare filotti significativi né in un senso né nell’altro.

LA STATISTICA – Solo Sermoneta col suo cammino perfetto in trasferta ha raccolto più punti del Forever, che si posiziona al 2° posto per media assoluta di punti concessi agli avversari (57.00, dietro solo a Sermoneta) ma allo stesso tempo tra i roster più asfittici sotto canestro (56.75 complessivo, davanti solo a Terracina 40.0 e Fabiani).

Terracina 40.0: L’exploit tra 3° e 4° giornata contro Fabiani e Pontinia ha dato ossigeno ad una classifica altrimenti avara di soddisfazioni. Sembra oggettivamente difficile rientrare nella “Top 6” a fine regular season.

LA STATISTICA – Serie aperta di 4 sconfitte consecutive. Il dato positivo è che da qui alla fine le gare interne saranno 6 su 10.

Itri: Stesso discorso fatto per il 40.0. Poche soddisfazioni, racimolate proprio contro i terracinesi e contro la Fabiani, in un mare ostico dove il dato offensivo non riesce a compensare una media difensiva ancora troppo alta.

LA STATISTICA – Nessuno in casa propria ha incassato più punti (281, media 70.25).

Fabiani Formia: Fanalino di coda, zero punti, poche soddisfazioni. Questo lo schietto responso del campo per la Fabiani Formia, tornata ad iscriversi ad un campionato dopo 2 anni dalla finale play-off di C Gold persa contro il Vis Nova. L’obiettivo è quello di tornare ai fasti di un tempo, ma la strada sembra davvero lunghissima. La stagione riprenderà in anticipo rispetto agli altri con il recupero di Latina, per provare a costruire qualcosa in vista di tempi più rosei.

Luca Masiello