Il Punto di Natale – Futsal

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Chiudiamo la nostra panoramica di metà stagione con il futsal, che conta 16 formazioni nostrane di cui 15 ancora in lotta per gli obiettivi ed una, la Gymnastic, mestamente ritirata dopo neanche un girone di andata.

SERIE A2 FEMMINILE

Vis Fondi: L’obiettivo stagionale è decisamente la salvezza. Non si può ragionevolmente puntare più in alto per la Vis Fondi, vincente appena 1 volta in 10 impegni in un girone che non sta regalando affatto le soddisfazioni raccolte nella scorsa, splendida stagione.

LA STATISTICA – Si segna poco, si subisce troppo. Questo in sintesi il primo scorcio di stagione delle fondane, chiamate a rialzarsi nel 2018 per mantenere una categoria che le ha finora viste realizzare appena 9 gol in casa e 23 nei 10 match totali disputati.

SERIE B

Gymnastic Fondi: Che non fosse una stagione come le ultime lo si poteva intuire dalle prime gare, ma che tutto svanisse e culminasse con il ritiro della squadra è stata una decisione che ha giocoforza innescato un processo di ridisegnamento degli equilibri del futsal locale. La Gymnastic era diventato uno dei fari del futsal pontino delle ultime stagioni, e chiaramente dispiace dover scrivere di un finale che comunque non cancellerà i picchi raggiunti dal team di patron Biasillo nei mesi immediatamente precedenti.

SERIE C1

Minturno: Una prima parte di stagione affatto facile per i minturnesi, partiti come una delle formazioni più attrezzate del girone e passati attraverso una serie di episodi certamente da ricordare, si, ma come monito per il futuro ed esempio tutt’altro che edificante. Sul campo, molte le delusioni con prestazioni che dopo un buon inizio hanno accusato un vertiginoso calo. La mazzata finale è arrivata a fine anno, con la sentenza che ha di fatto smembrato la rosa squalificandone la gran parte dei componenti a seguito dell’increscioso episodio di Cisterna. Un enorme harakiri che ha di fatto compromesso una stagione ora giocoforza parecchio ridimensionata.

LA STATISTICA – 7 punti di vantaggio, al momento, sul 10° posto e sulla zona play-out. Bottino importante ma per certi versi esiguo per la terzultima difesa del campionato (72 gol incassati, peggio solo Vis Fondi e Pavona).

Vis Fondi: Formazione in lotta per la salvezza, con prestazioni alterne ed un -3 dal Ponte 9° ed attualmente primo a mantenere la categoria senza passare per gli spareggi. Un inizio folgorante con 7 punti in 3 gare aveva illuso su un andamento diverso, poi ridimensionato dai 5 raccolti nelle successive 11. Un attacco che riesce a fare un buon lavoro non viene però sostenuto dalla difesa, attualmente seconda peggiore con 78 reti al passivo. Troppe per una formazione che deve ritrovarsi e deve salvarsi.

LA STATISTICA – Troppa la differenza di rendimento tra casa e trasferta, con gli 11 punti interni su 12 totali conquistati tra le mura amiche ed un misero pari in 8 uscite esterne dove solo il fanalino Pavona è riuscito a far peggio.

Real Terracina: I terracinesi sono a parimerito coi cugini fondani, ma a differenza loro hanno avuto una partenza disastrosa con 4 sconfitte nelle prime 4 e appena 3 punti nei primi 11 match. Poi, tre vittorie consecutive a cavallo del giro di boa hanno rialzato le quotazioni della formazione che attualmente è scappata via dalla lotta per la retrocessione diretta e può insidiare in maniera seria la salvezza senza passare per i play-out.

LA STATISTICA – In casa solo un successo e 5 ko con 17 gol realizzati (peggior rendimento interno), mentre in trasferta si vola su ritmi da salvezza tranquilla. Se si riuscirà a ripetersi anche sul proprio campo, non dovrebbero esserci troppi problemi.

SERIE C2

Heracles: La matricola terribile, dopo il trionfo in D, guida anche il suo primo campionato di C2. L’eliminazione in coppa e qualche passaggio a vuoto in campionato sono ad oggi ben compensati da un rendimento decisamente in linea con le aspettative per una rosa che non vuole smettere di stupire e prova ad inseguire un doppio salto che consacrerebbe un progetto nato solo pochi mesi fa. Quasi perfetti in casa, non sempre al top in trasferta, i ragazzi scauresi girano a fine 2017 con 2 punti di vantaggio sulla seconda e 5 sulla quarta.

LA STATISTICA – Secondo miglior attacco (53 gol) dopo Anzio che però paga la minore costanza ed al momento è quarto. La miglior differenza reti del girone (+23) certifica, se ce ne fosse ancora bisogno, come in casa Heracles le cose girino al momento in maniera più che soddisfacente, sperando che il 2018 regali altri momenti storici come l’anno precedente.

Atletico Sperlonga: Unica formazione in grado di stoppare la capolista in quel di Scauri, è attualmente al 3° posto. Dopo un inizio importante, leggera frenata nella parte centrale del girone di andata con conseguente perdita di terreno da una vetta comunque in vista e pienamente raggiungibile.

LA STATISTICA – Troppi i gol incassati finora (39), meglio solo di Anzio e Latina Scalo tra le prime 6 classificate e verosimili candidate a lottare fino in fondo. Un parametro da non tenere in scarsa considerazione, anzi. Sperlonga ha il miglior rendimento esterno (12 punti), ma è la sola ad aver disputato già 7 gare lontano da casa.

Cassio Club: Altra formazione attrezzata per combattere con le unghie e con i denti su ogni campo. Il Cassio di quest’anno gira a Natale a 1 punto dai play-off e 5 dalla vetta. Tre sconfitte su 4 tra il 4° ed il 7° turno, di cui due in scontri diretti importantissimi, se evitate avrebbero potuto ridisegnare in meglio la posizione a un turno dalla fine del girone di andata. Ma la serie utile di risultati ancora aperta fa ben sperare sulla capacità di questa formazione di reagire ai momenti difficili.

LA STATISTICA – Sono 5 le gare senza sconfitte accumulate dal Cassio Club, che può ancora incrementare questa serie. Il dato negativo sono gli appena 5 punti ottenuti lontano dal campo di casa, dove ne sono arrivati 16 per uno dei migliori rendimenti interni del campionato, al pari dell’Heracles seppure con una gara in più.

Virtus Fondi: E’ derby per la salvezza, con il parimerito a quota 16 con i cugini del Real Fondi ma con numeri decisamente diversi. Le mezze misure non sono esistite per 11 turni, con l’ultima gara dicembrina che ha rappresentato il primo pareggio stagionale oltre che il primo punto esterno. Ci voleva carattere a reagire dopo le prime 3 sconfitte, e la Virtus ha mostrato di averne da vendere.

LA STATISTICA – Due volti per una formazione che in casa va a mille e non riesce a scrollarsi di dosso il “fattore campo”. 16 punti con appena 23 gol realizzati sono davvero tanta roba, ma in trasferta sono appena 6 gol con 1 punto in 6 sfide.

Real Fondi: Anche qui 16 punti, un pari stagionale (interno) ed un andamento simile ai cugini. Il Real Fondi ha scavato il solco negli ultimi due turni, vincendo due scontri diretti importantissimi contro le ultime della classe e scappando via dalla zona rossa, ad un passo da una salvezza che comunque andrà conquistata di giornata in giornata.

LA STATISTICA – Il problema principale è rappresentato dalla differenza reti (-1). I 40 gol realizzati non vengono abbastanza valorizzati poiché i 41 subiti non permettono di raccogliere quanto forse sarebbe meritato in alcuni frangenti.

Sport Country Club: Tanto forti in casa quanto fragili in trasferta, i ragazzi dello Sport Country Club hanno attraversato periodi difficili dai quali sono usciti con carattere. Lo dimostrano le ultime due vittorie che, unite ai 7 punti negli ultimi 3 turni, hanno segnato l’uscita da una serie di 3 sconfitte che avrebbe potuto minare qualche certezza.

LA STATISTICA – Se l’Anzio con 5 sconfitte è quarto e in lotta per la promozione, con lo stesso numero di ko i gaetani sono in piena zona play-out a barcamenarsi per un posto in zone più soleggiate.

Sporting Terracina: Penultima posizione, appena 7 punti e tante difficoltà. Sei sconfitte consecutive parevano già una sentenza, ma nella gara forse più inaspettata ecco il primo punto stagionale (3-3 interno con l’Heracles) e l’inizio di un altro capitolo. I risultati sono sempre altalenanti, il ritmo deve alzarsi, ma da novembre in poi certamente qualcosa si è visto.

LA STATISTICA – Peggior attacco del girone (26 gol), peggior rendimento interno (1 punto in 6 gare). E’ certamente l’attacco, oltre ad una difesa affatto imperforabile, il problema principale di una squadra che non riesce a rendersi pericolosa come vorrebbe davanti alla porta avversaria.

SERIE D (Latina)

Ancora 4 turni alla fine del girone di andata e dunque presto per esprimersi in maniera attendibile. Ecco dunque le statistiche relative alle varie formazioni nostrane in un campionato difficile per le squadre del golfo e dintorni.

Lido Il Pirata Sperlonga – 5 successi, 3 sconfitte e nessun pareggio. Il secondo attacco del girone (42 gol) non basta a guadagnarsi posizioni importanti e il -12 dalla vetta appare già incolmabile. Con un po’ di convinzione in più, però, qualche soddisfazione potrebbe arrivare.

Arena Cicerone: Nono posto, ancora a secco di vittorie in trasferta. Tutti i punti fatti nel mese di novembre tra 3° e 5° giornata, con un’emorragia di 4 sconfitte consecutive che inizia a diventare preoccupante.

Zonapontina: Anche qui serie aperta di 4 sconfitte, con un successo in casa all’esordio ed uno in trasferta alla 4° giornata che alimentano una classifica avara. Solo il Città di Pontinia ha subito più gol, che nel caso Zonapontina sono più del doppio di quelli realizzati (23 gol fatti, 47 subiti).

Sporting Santa Croce: Appena 4 punti, terzo peggior attacco (19 gol fatti) e terza peggior difesa (42 gol). Pochino per sperare anche solo di entrare nella top ten. Ma chissà che non ci sia un cambio di passo per questa realtà.

Luca Masiello