“Ripuliamo la spiaggia”

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

LOCANDINA ULTIMA formato smallATTUALITÀ: Si svolgerà domenica mattina presso la spiaggia alla foce del Garigliano, all’interno del Parco di Roccamonfina e Foce del Garigliano, l’iniziativa “Ripuliamo la spiaggia”, organizzata da Lazzari e Briganti la banda del principe e dall’associazione Le Ali di Checco

“Insieme all’Associazione Le Ali di Checco, che si occupa dei bambini ammalati di leucemie e sostegno alle loro famiglie, nell’ambito di una serie di iniziative volte a tutela e conservazione dell’ambiente – ci spiega Davide Brandi amministratore di un gruppo Facebook denominato “LAZZARI e BRIGANTI” – avremmo in progetto, a cura ed a spese nostre, di ripulire dai rifiuti la spiaggia alla foce del fiume Garigliano e di accendere, ancora una volta, i fari sul problema della centrale nucleare di Sessa Aurunca, che doveva esser dismessa definitivamente nello scorso mese di febbraio ed invece i lavori di smantellamento e messa in sicurezza sono stati prorogati sino al 2022, ovvero altri sei anni di ulteriori aggravi economici a spesa dei cittadini sulla bolletta elettrica. 

Siamo volontari attivisti residenti tra le province di Napoli e Caserta che si impegnano in prima persona alla salvaguardia del territorio e della cultura meridionale.

La spiaggia e la pineta che dalla foce del Garigliano si estendono sino a Baia Domizia, sono stati, per molti di noi, i luoghi dell’adolescenza e rievocano ricordi legati ad un territorio “selvaggio” ma al tempo stesso affascinante che regalava natura, mare, fiume, ed i giochi tra la vecchia fabbrica estrattiva di ferro ed i cespugli della macchia. 

Ecco perché vogliamo partire con queste iniziative proprio da lì. Vogliamo trasmettere ai nostri ragazzi ed ai bambini che parteciperanno direttamente e successivamente in modo indiretto con illustrazioni nelle scuole di Napoli, l’amore per la propria terra e per l’ambiente tutto”.

Appuntamento domenica 3 aprile, dalle ore 9,30 in poi, davanti l’ingresso del camping “La Foce” a Baia Domizia.

di Enrico Duratorre

Lascia un commento