Sabaudia: Grande partecipazione per l’evento di “Cittadini al Lavoro”

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Foto Evento SicurezzaAncora una volta l’associazione “Cittadini al Lavoro” si conferma una realtà a sostegno della cittadinanza, sempre in prima linea per risolvere o arginare problematiche, o almeno per affrontare temi delicati ai quali la politica non sempre riesce a dare risposte adeguate. Ieri sera all’Oasi di Kufra un nuovo incontro per il ciclo “La Sabaudia che vorrei”. Insieme con l’avvocato Gianluca Bonetti, membro dell’associazione, si è parlato di sicurezza, cercando di mostrare lo stato dell’arte in città e nel territorio periferico, ma soprattutto ascoltando quelli che sono i problemi rilevati dai cittadini, intervenuti in tanti e con numerose proposte. «Servono interventi mirati e coordinati – ha commentato Bonetti –. Si comprendono le difficoltà delle forze dell’ordine per i mezzi esigui di cui dispongono, ma proprio per questo è necessario studiare un piano integrato che può creare sinergie tra Istituzioni politiche, Enti preposti al controllo, i reparti locali della Protezione Civile e soprattutto la popolazione. Sono i cittadini i primi interlocutori. Sono loro che per primi si devono mettere a disposizione con le segnalazioni per cercare di arginare il problema della microcriminalità. La classe politica e dirigente poi deve fare la sua parte, predisponendo tutte le misure atte a prevenire episodi di violenza, pubblica o privata che è». Cittadini al Lavoro dall’aprile del 2013 ha intrapreso diverse iniziative, grazie soprattutto all’attività politica del consigliere Giada Gervasi, per cercare di sensibilizzare l’amministrazione comunale, la classe politica e la città tutta sui temi della criminalità, della sicurezza urbana e dell’incolumità pubblica. Settori che interessano tutti in prima persona e che vanno affrontati con un lavoro costante di prevenzione, controllo e repressione. «La partecipazione e le proposte dei cittadini sono state tante – continua Bonetti –. L’obiettivo che c’eravamo prefissati è stato ampiamente raggiunto, anche se questo è solo un primo e piccolo passo rispetto al problema della sicurezza. I problemi sono tanti e le soluzioni possibili, ma per combattere la criminalità serve un’attività costante di denuncia. La denuncia è necessaria anche per ottenere maggiori fondi per le forze dell’ordine, verso le quali riponiamo sempre una grande fiducia». Particolare attenzione è stata rivolta ai borghi e alle zone limitrofe di Sabaudia, che proprio per la loro posizione periferica non sono servite da illuminazione pubblica e sistemi di videosorveglianza. Due ambiti molto importanti per scongiurare o limitare furti e rapine, ai quali “Cittadini al lavoro” ha sempre dedicato particolare riguardo, con interrogazioni, mozioni e progettazione. All’incontro è intervenuta anche la consigliera dell’omonima lista civica, Giada Gervasi.
La sabaudia che vorrei logo copia

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.