San Felice a Cancello: Energizzazione Santuario San Michele.

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Santuario di San Michele a San Felice a Cancello
Santuario di San Michele
a San Felice a Cancello

“Oggi si riaccende con grande gioia la speranza, ma soprattutto la certezza di risolvere il problema dell’illuminazione del Santuario di San Michele, in sinergia con il compartimento Regionale e Provinciale dell’Enel e per questo ringrazio l’ing. Gianni Perillo ed il dott. Giulio Bottoni, è stata predisposta la progettazione esecutiva dei lavori necessari per l’allacciamento della fornitura di energia elettrica al servizio del Santuario di San Michele Arcangelo in località Sant’Angelo” a dichiararlo il sindaco di San Felice a Cancello dott. Pasquale De Lucia. Oramai ufficiale quindi la notizia che l’Enel attiverà la gara per l’espletamento della realizzazione della rete di trasmissione energetica per illuminare lo storico Eremo, è stato approvato e mandato dalla società stessa in gara un progetto di circa 280.000 euro, “la comunità ormai può stare tranquilla che, decorsi i tempi tecnici dell’espletamento della gara, inizieranno i lavori ed avremo finalmente di nuovo il santuario illuminato, credo che entro fine Giugno verrà espletata la gara e che lungo il decorso del periodo estivo l’impresa inizierà i lavori per il ripristino storico culturale della chiesa, attraverso anche l’istituzione di una cabina elettrica e del contatore per l’energizzazione del territorio circostante, per cui – continua il primo cittadino – così come per gli altri impegni assunti nella scorsa campagna elettorale, l’amministrazione che ho l’onore di rappresentare, sta rispettando un altro impegno storico, nel ricordo delle pressanti richieste ed auspicate certezze di Don Pierino, che il 24 dicembre nella storica messa della Vigilia di Natale del 2009, ebbe a dire, “ora posso anche morire”. Per grazia di Dio Don Pierino è ancora vivo ma malinconico, come d’altronde lo sono io e mortificato dall’atto vandalico che ha azzerato in un attimo, tutti i sacrifici, gli anni che ci hanno portato alla storica illuminazione del Santuario. Ma ora ricominciamo a sperare, siamo oramai certi che a breve rivedremo la stupenda abbazia di San Michele risplendere nella Valle di Suessola, con la gioia mia, della mia amministrazione, ma sono certo con la gioia di tutta la comunità di San Felice a Cancello e dell’intera Valle di Suessola”.