San Felice a Cancello: Risposta del Sindaco al sig. Magliulo.

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Pasquale De Lucia, sindaco di San Felice a CancelloIn merito alle dichiarazioni riportate sui giornali locali il sindaco di San Felice a Cancello, dott. Pasquale De Lucia, ha ritenuto opportuno dichiarare quanto segue per amore della verità: “Leggo con stupore la dichiarazione del sig. Magliulo a cui va ricordato che l’amministrazione di cui faceva parte poi decaduta, non pagava i dipendenti comunali e del consorzio, i quali dovevano percepire dal nostro ente ben otto stipendi arretrati. Non pagavano la ditta delle pulizie negando quindi lo stipendio alle due vedove, nessuno dunque è stato pagato da loro in questi anni, benché io l’avessi spiegato più volte in aula consiliare, essi si consentono ancora oggi il lusso di dire eresie. Caro sig. Magliulo prima di fare delle dichiarazioni gratuite, s’informi, poiché il 23 dicembre sono stati elargiti 700.000 euro di mandati ed in primo luogo sono stati pagati tutti i dipendenti comunali. Sono Sindaco da Giugno e nonostante abbia ereditato una situazione disastrosa, i dipendenti comunali sono stati regolarmente pagati ed i dipendenti del consorzio, non solo sono stati pagati dalla ditta Tekra con costante mensilità, ma il comune ha anche pagato sei mensilità arretrate. Il 23 dicembre inoltre sono stati fatti i mandati anche ad una serie d’imprese sul territorio. L’elenco dei debiti risanati dunque sarebbe inutile e lungo, d’altronde poi dimostrabile agli atti del comune in qualsiasi momento, quindi va il mio appello al qualsivoglia ex amministratore decaduto di turno di informarsi prima di dichiarare fandonie gratuite.  Io avevo giurato a me stesso di non entrare più nell’inciucio paesano, ma in occasione dello scambio degli auguri natalizi, caro sig. Magliulo, lei è veramente poco attento, riferendosi alle fotografie dei social network, io c’ero e le posso garantire che l’aula consiliare era gremita di dipendenti ed assenti su poco meno di cento dipendenti solo una trentina perchè in ferie o in malattia. Futile ed inutile quindi accanirsi sull’attuale amministrazione poiché se lei non avesse commesso unitamente alla sua amministrazione innumerevoli scempi, non avreste perso in maniera tanto netta le elezioni”. A tal proposito il consigliere di maggioranza Clemente De Lucia ci tiene a precisare: “Io non posso far altro che confermare quello che ha detto il Sindaco, la situazione era diventata insostenibile, poiché noi del consorzio non potevamo neanche sfamare i nostri figli dato che gli stipendi arretrati erano ben otto, e sfido chiunque a vivere con otto stipendi non pagati, questa amministrazione invece è arrivata a pagarci sei stipendi nel giro di sei mesi, oltre al canone mensile che ha pagato alla Tekra e sostanzialmente ci ha dato fino ad oggi tutto quello che ci doveva, oltre a due stipendi che a breve saranno pagati noi ad oggi non avanziamo un euro dalla Tekra. Grazie alla retribuzione effettuata ai dipendenti, costoro lavorano con enorme entusiasmo rendendo dunque il servizio offerto alla cittadinanza, ottimale”. Dichiarazioni ferme e sincere quelle del consigliere Clemente Biondillo “Ricordo all’ex consigliere Magliulo, bocciato dal popolo lo stato d’abbandono del cimitero nella sua qualità di delegato dello stesso e lo invito ad imparare a contare, quando vede le fotografie o viene nell’aula consiliare ”.