Seconda vittoria per l’Insieme Ausonia di Mister Rosolino, ma in coppa passa la Cavese 1919

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

SPORT: Seconda vittoria consecutiva per l’Insieme Ausonia targato Rosolino, dopo il 2 – 1 rifilato a Colleferro, la squadra del Presidente Anelli vicne anche in Coppa Italia di Eccellenza, anche se il 4 – 3 contro la Cavese 1919 non è bastato a ribaltare il 4 – 2 della gara di andata, gara che segnò la fine dell’era Gioia sulla panchina ausoniese.

Una vittoria che comunque fa morale, come spiegherà Mister Rosoliuno a fine gara, un risultato che serve ai ragazzi per capire che possono giocarsela con tutti.

Ma veniamo alla cronaca.

L’insieme Ausonia parte forte e cerca di sbloccare suibito il risultato per rimontare i due gol di svataggio ed al 5′ arriva il vantaggio siglato da Mariniello oggi capitano; il bomber suona la carica, la squadra organizza buone trame di gioco con palla a terra, si vede la mano di Rosolino che nonostante abbia avuto solo otto giorni di lavoro, ha già dato la sua impronta.

Nel momento migliore dell’Insieme Ausonia, la Cavese ottiene il pareggio, Pieragostini al 21′ sfugge all’inedita coppia centrale formata da Pirolozzi e Leccese e batte Scognamiglio; sull’entusiasmo del pareggio la Cavese prende coraggio ed al 30′ raddoppia con Eliacoelio.

Il gol del 2 – 1 sembra spegnere le velleità dei padroni di casa, ma il trio d’attacco dell’Insieme è sempre pericoloso ed allo scadere l’arbitro fischia un fallo a due in area per una perdita di tempo del portiere della Cavese che viene anche ammonito. sulla conseguente punizione Mariniello sigla il gol del pareggio e la sua personale doppietta.

Nel secondo tempo, complice la stanchezza i ritmi scendono, ma il copione resta lo stesso, ed ancora al 5′ minuto, ma della ripresa, è Di Vito a portare nuovamente in vantaggio l’Insieme Ausonia; in tribuna i tifosi cominciano a credere nel miracolo di arrivare a tempi supplementari, ma inesorabile al 12′ arriva il 3 – 3 di Chialastri che spegne gli entusiami e le speranze dei padroni di casa.

Rosolino vuole, comunque, una reazione dai suoi ragazzi ed i suoi dimostrano di avere cuore e grinta e nonostante l’inferiorità numerica per l’esplusione diretta di Leccese, reo di un brutto fallo nei confronti del suo diretto avversario, Badu, che ancora non è il centrocampista esplosivo dello scorso anno, estrae dal cilindro un tiro dalla distanza che non lascia scampo a Sabelli e fissa il risultato sul 4 – 3.

Nonostante la vittoria l’Insieme Ausonia esce dalla Coppa, ma lo fa a testa alta fra gli applausi del suo pubblico, dimostrando quel cambio di passo che aveva chiesto il Presidente proprio all’indomani della gara di andata contro la Cavese.

Soddisfatto a metà Mister Rosolino a fine gara “Dobbiamo ancora lavorare tanto – ha commentato Mister Rosolino a fine – ho un gruppo molto recettivo ed io ho dato solo delle indicazioni che i ragazzi hanno immediatamente recepito. Manca ancora qualcosa soprattutto dietro – ha continuato il tecnico – ma di questo ne parlerò con la società, a cui rivolgo un ringraziamento per avermi scelto e per come mi hanno accolto. Ora testa alla trasferta di Morolo – ha concluso Rosolino – una gara difficile, contro una buona squadra che occupa il secondo posto, ma possiamo fare bene”.

Intanto l’Insieme Ausonia, per andare incontro all’esigenza di un reparto difensivo decimato dagli infortuni di La Manna e Colacicco, ha preso un difensore centrale argentino di 21 anni come anticipato dagli organi di stampa, il centrale argentino è in attesa del trasfer per poter finalmente essere schierato in campo, intanto, ancora per una settimana almeno, la squadra, come ha spiegato il tecnico, deve fare di necessità virtù.

INSIEME AUSONIA – CAVESE 1919  4-3

INSIEME AUSONIA: Scognamiglio, Di Vito, Radu (Senzio 4’ st), Badu, Leccese, Pirolozzi N., Coker (Pascarella 10’ st), Pirolozzi E. (Natoni 4’ st), Mariniello, Caiazzo (Gioia 6’ st), Maggino (Gatti 35’ st). A disposizione: Ferrelli, Gatti, Senzio, Quirino, Natoni, Pascarella, Gioia. All.: Alessandro Rosolino

CAVESE 1919: Sabelli, Antocchi, Cesaretti, Biandino, Corsi, Stazi, Krasniqi (Manni 23’ st), Chialastri (Ronci 32’ st), Pieragostini (Castro 5’ st), Eliacoelio (Pasquazi 35’ st), Mania (Matozzo 1’ st). A disposizione: Petrucci, Pepe, Manni, Pasquazi, Ronci, Castro e Matozzo. All.: Mancini

ARBITRO: Giuseppe Scarpati (Formia), assistenti Giuseppe Palmiero (Latina) e Lorenzo D’Alessandris (Frosinone).

MARCATORI: 5’ pt Mariniello, 21’ pt Pieragostini, 33’ pt Eliacoelio, 45’ pt Mariniello, 5’ st Di Vito, 12’ st Chialastri, 46’ st Badu

AMMONITI: Badu, Caiazzo, Radu per l’Insieme Ausonia; Sabelli per la Cavese

ESPULSI: Samuele Leccese (IA)

di Enrico Duratorre