SEL Formia: comunicato stampa

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Da ciò che ci è dato sapere (e questa è un’anomalia perché, come parte della maggioranza, dovremmo essere in grado di conoscere per valutare), un gruppo di assessori e consiglieri di maggioranza consegnano una lettera al Sindaco per “proporre una riflessione seria e approfondita su molte e gravi problematiche che riguardano la nostra città”.

La lettera, che sembra quasi un fatto privato tra questo gruppo e il primo cittadino, diventa poi un vero e proprio comunicato stampa. E proprio attraverso la stampa, apprendiamo dell’azione intrapresa dai suddetti amministratori. I toni rassicuranti del nostro Sindaco su questa iniziativa non riescono a tranquillizzarci del tutto per una serie di motivi.

Primo: se l’esigenza dei firmatari del documento è quella di migliorare l’azione di governo questa dovrebbe essere un’esigenza ovvia di un’amministrazione e non si capisce quindi il senso dell’iniziativa pubblica.

Secondo: il documento non è stato indirizzato alle forze politiche o agli altri amministratori della maggioranza come dovrebbe correttamente essere.

Terzo: poco tempo fa Sel ha chiesto in una riunione di maggioranza, non certo a mezzo stampa, una verifica di governo per una riflessione comune sulle cose fatte e da fare.

Quarto: dalla suddetta verifica non si coglievano da parte di chi vi partecipava né segnali di insofferenza, né preoccupazioni di rilievo sulla bontà dell’attività di governo. Non si notavano, peraltro, significativi suggerimenti o proposte per migliorare l’attività amministrativa che, dobbiamo supporre, si riteneva più che buona.

Quindi, tanto per essere chiari, noi abbiamo preso l’iniziativa di una riflessione comune sull’operato della maggioranza di governo cercando di coglierne eventuali criticità. Convinti dai toni rassicuranti di chi è intervenuto al dibattito, nessuno escluso, abbiamo dato una valutazione degli esiti dell’incontro non disprezzabile. Oggi, gli stessi che all’epoca non sembravano preoccupati dalla gestione amministrativa manifestano improvvisamente e pubblicamente un disagio che diventa, ai nostri occhi, inquietante. Non vogliamo credere a ciò che molti osservatori vanno ipotizzando in questi giorni sul reale obiettivo dell’azione intrapresa con la pubblicazione del documento. Di certo, l’iniziativa del gruppo di amministratori dà adito alle più svariate ipotesi di stampa, e non solo. Era prevedibilissimo!

Per quanto ci riguarda, diciamo in modo chiaro e netto che non possiamo e non vogliamo tollerare l’eventuale presenza di gruppi di pressione o di potere che intendessero dare un indirizzo all’attività amministrativa non conforme alle nostre aspettative. Saremmo contro, e con determinazione, oggi e in futuro.

Una curiosità: nel gruppo di firmatari del documento si rileva la presenza di due assessori che gestiscono settori strategici dell’amministrazione. Le deleghe ad essi assegnate sono così rilevanti nell’economia dell’attività di governo e quindi sul suo corretto funzionamento che sorge spontaneo chiedersi se le riflessioni fatte non riguardino in modo autocritico anche gli ambiti di loro competenza. Sarebbe un buon segnale per la ripresa di un percorso soddisfacente per tutti e, soprattutto, per la città.