SIMEONE (FI): “ZINGARETTI ESCA ALLO SCOPERTO. SENZA INTERVENTI LA SANITA’ IN PROVINCIA DI LATINA STA MORENDO”

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

“Condivido la preoccupazione del sindaco di Fondi Salvatore De Meo sul futuro dell’ospedale San Giovanni di Dio. Una struttura di eccellenza che oggi, e se il commissario ad acta Zingaretti non interviene, rischia il tracollo definitivo.

L’emergenza si trascina senza soluzione di sorta. I nostri appelli sono caduti nel vuoto. Il silenzio di Zingaretti è diventato assordante. Oltre alla incertezza che riguarda i reparti di Ginecologia e Ostetricia ora anche la UOC di Assistenza Neonatale e Pediatrica del “San Giovanni di Dio” rischia la chiusura. In questo modo è come se si stessero tagliando ad uno ad uno gli arti che rendono l’ospedale efficiente e capace di rispondere alle esigenze dei cittadini. Il laboratorio analisi di Fondi e Terracina non ha tecnici e funziona solo in orari limitati e a servizio dei ricoverati. I medici in malattia non possono essere sostituiti. I 4 nuovi medici assicurati dal commissario ad acta sono destinati solo all’ospedale Santa Maria Goretti di Latina. Insomma, nessun intervento è stato previsto a quanto ci risulta per regolarizzare il buon funzionamento dei reparti del San Giovanni di Dio di Fondi dal Pronto Soccorso, passando per gli Anestesisti e Ginecologia, fino a Medicina. Zingaretti non può continuare a nascondersi come ha fatto negando ai rappresentanti istituzionali del presidio Centro, che a novembre erano venuti a Roma per incontrarlo, un confronto diretto. I cittadini hanno il diritto di conoscere quale sia la sorte dell’ospedale di Fondi e i sindaci del comprensorio Centro, che più volte hanno chiesto un incontro chiarificatore con il commissario ad acta della sanità del Lazio, hanno diritto a ricevere risposte chiare. Vogliamo sapere, aggiungo la mia voce a quella di tutti i cittadini che oggi si trovano senza garanzie e senza tutele, se e come verranno implementati i medici a disposizione dell’ospedale di Fondi, se i reparti saranno mantenuti. L’ennesima mancanza di risposte da parte di Zingaretti sarebbe l’ennesima pistola carica puntata alla testa dei nostri cittadini”.