Slow Food Valle di Comino: alla ricerca dei tesori enogastronomici del Lazio

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

20150828_142905

CULTURA: In una società che corre, dove anche il cibo sembra essere solo una rapida parentesi, sta nascendo sempre più il desiderio di tranquillità, di relax e di buona tavola, un voglia di staccare dalla vita quotidiana e dalla sua irrefrenabile frenesia, recuperando la buona cucina; in questa situazione si sta affermando sempre più lo Slow Food ed i prodotti enogastronomici a chilometro zero.

13178607_176373779424485_7707455866132020321_nIn questo ambito e per la promozione dell’enogastronomia Laziale, Slow Food Frosinone, Valle Comino e Cassino ha proposto un viaggio attraverso la via di San Benedetto, tra le Abbazie più famose, da quella di Casamari fino a quella di Monte Cassino, presentando le eccellenze del territorio.

13537756_1122603467806441_7422948816783576088_nProdotti caseari, come il formaggio di capra, o prodotti da forno, come pane di Veroli o quello al seme di finocchio, fino al maritozzo con la panna; i salumi tipici, la birra artigianale Saison Lohengrim di BirraTerra di Lavoro e la Sambuca.

Un modo per conoscere il territorio ed i suoi prodotti, che possono essere considerati dei veri e propri tesori, che il Lazio custodisce e che attraverso percorsi enogastronomici possono diventare un nuovo modo di fare turismo.

di Enrico Duratorre

Commenta per primo