Una spenta Lupo Rocco Gaeta cede al Noci in versione linea verde

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

SPORT: Nulla è cambiato. Almeno nelle parti basse della classifica, là dove il campionato ha ancora qualcosa da dire. La Lupo Rocco Gaeta perde l’occasione di fare un passo in avanti verso la salvezza, salutando per questa stagione il Palasport di Pontinia con una sconfitta, la seconda consecutiva nella Poule retrocessione, nella sfida al cospetto del già salvo Noci.

Ai biancorossi è mancata la giusta lucidità per affrontare una gara così importante, che in caso di vittoria piena avrebbe dato loro la possibilità di giocare il prossimo scontro diretto senza avere l’obbligo di conquistare i tre punti. Sarebbe infatti bastato anche solo perdere ai tiri di rigore per festeggiare la permanenza. Scontro diretto che, invece, sarà adesso decisivo per stabilire chi, tra Gaeta e Kelona, rimarrà nel massimo campionato nazionale.

La strada dei gaetani diventa in salita già nei primi minuti, perché dopo l’1-0 firmato Filic (top scorer tra i suoi a quota 7), i pugliesi ipotecano un break di 4-0 che costringe coach Bettini a chiamare il primo time out all’8’ sull’1-4. Gli effetti immediati sembrano quelli sperati, perchè Pierluca Bettini ricuce quasi totalmente lo strappo (3-4), rimettendo i biancorossi in carreggiata. Ma le buone notizie finiscono qui, perché i velocissimi pugliesi, aiutati dai tanti, troppi errori soprattutto in fase realizzativa dei padroni di casa, con un nuovo parziale di 4-0 si allontanano nuovamente, 3-8 al 12’. Da questo momento in poi, Marciano e compagni tenteranno invano di tornare alle calcagna, rimanendo però sempre troppo distanti. Col passare dei minuti il divario cresce, fino al +7, 8-15, con cui si ritorna negli spogliatoi.

Nella ripresa, nonostante le buone parate di Cienzo, le distanze diventano sempre più ampie, tanto che dopo cinque giri di lancette i ragazzi di Iaia sono avanti di 10 reti. Al 16’, Bobicic firma il massimo vantaggio, +13, 15-28, imitato al 22’ da capitan Degiorgio, 17-30. La situazione dei laziali si complica ulteriormente con l’infortunio di Pierluca Bettini, che atterra malamente dopo un tiro volante procurandosi una forte distorsione al ginocchio destro, ed è costretto ad abbandonare il campo. Negli ultimi minuti, c’è solo tempo per rendere il finale meno amaro grazie ai sigilli dei fratelli Antonio e Davide Ciccolella. Al suono della sirena, il tabellone segna il definitivo 21-32.

«Non abbiamo affrontato questo incontro nel modo giusto – ha commentato il tecnico Paolo Bettini -, non era questa la prestazione che mi aspettavo di vedere. La posta in palio ci ha giocato un brutto scherzo. Ora ci aspetta una settimana importantissima, la più importante della stagione, in cui dovremo dimostrare di che pasta siamo fatti e dare il massimo. Lo scontro diretto col Kelona deciderà le sorti del campionato, e io sono sicuro che possiamo farcela perché conosco i miei ragazzi. Dipenderà tutto da noi, stavolta sarà vietato sbagliare».

Sabato prossimo, 1° aprile, la Lupo Rocco Gaeta disputerà l’ultimo match interno del torneo, ospitando il fanalino di coda Kelona: uno scontro diretto che potrebbe regalare alla squadra cara a patron Antetomaso la matematica salvezza.

L’incontro si disputerà presso il Palasport di Fondi, in via Mola di Santa Maria, a causa dell’indisponibilità del Palasport di Pontinia; fischio d’inizio alle ore 14.

LUPO ROCCO GAETA – NOCI 21-32 (p.t. 8-15)

LUPO ROCCO GAETA: Ciccolella D. 2, Ponticella 1, Filic 7, Bettini Pi. 5, Marciano 1, Cienzo, Lodato 1, Florio 1, Panzarini, Antetomaso, Ciccolella A. 3, Bufoli, Macera, Amendolagine. All.: Paolo Bettini

NOCI: De Luca 4, Piatti 2, Corcione 3, Degiorgio 9, De Finis, Fasano 1, Fasanelli, D’Aprile, Potone, Bobicic 3, Laera 10. All.: Domenico Iaia

ARBITRI: Cimini – Ciotola

di Alessandra Aprile