Sud Pontino: Furti in appartamenti. La strategia dei malviventi: finti furti per depistare le forze di controllo o sfida alle istituzioni?

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Sono passate due notti dal primo arresto e successivo rilascio di 4 malviventi nei pressi del Bar Stop di Santi Cosma e Damiano, infatti Scauri l’altra notte è stata teatro di altri arresti e conseguente rilascio, il motivo è sempre lo stesso. Non sono stati trovati in flagranza di reato. Intanto la gente ha paura e non basta nemmeno barricarsi in casa. E’un evento anomalo in queste zone dove i cittadini sono abituati anche a lasciare casa per giorni interi o magari le chiavi nel cruscotto dell’auto. Oggi si ha paura anche di uscire per andare a comprare il pane al negozio sotto casa. E’un fenomeno assurdo dove le Forze dell’Ordine non sono sufficienti a contrastare azioni di tentato furto che contemporaneamente avvengono in molte zone del territorio, ladri che secondo quanto emerge da centinaia di messaggi su WhatsApp, sui vari gruppi che si sono costituiti sul territorio: ora sono avvistati a Minturno in località Fontana Perrelli a Tufo a Scauri o lungo la via Appia in direzione Garigliano, San Marco e contemporaneamente in località Cerri, Pilone, Volpara di Santi Cosma e Damiano o ancora a Suio di Castelforte, luoghi anche diversi chilometri distanti tra loro. E’ una sfida alle istituzioni o una strategia per creare diversivi per far canalizzare le forze in quei punti per poi agire in posti altrettanto diversi. Messaggi che informano di avvistamenti, forse prima all’interno delle recinzioni e poi nei terreni ecc. altri dettati dalla fobia che chiedono aiuto perchè hanno notando ombre o luci nei terreni. Insomma una vera recrudescenza di movimenti strani anche nella notte appena passata, fenomeni da come si sono svolti che fanno credere ad una vera strategia, forse anche per far stancare tutti quei cittadini, quelli delle ronde in modo da rilassare e far desistere qualunque forma di inseguimento sentendosi ormai cercati o impossibilitati dal mettere a segno ulteriori furti, o ancora peggio infondere una forma di terrore, di sfida ecc.. Sono tante le congetture certamente nessuna trascurabile. Resta il fatto che il territorio è ormai invaso da gente senza scrupoli tanto da indurre i Sindaci dei tre Paesi più colpiti quali Castelforte, Santi Cosma e Damiano e Minturno a richiedere un colloquio urgente con il Prefetto di Latina. Infatti il prefetto di Latina Maria Rosa Trio, in risposta alla lettera inviata dal Sindaco di Minturno, Dott. Gerardo Stefanelli ha convocato il Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica con i sindaci: Gerardo Stefanelli, Franco Taddeo e Giancarlo Cardillo, colloquio che avrà luogo nella mattinata di oggi 28 Novembre, in seduta straordinaria.

di Andrea Conte