Sud Pontino: le operazioni dei Carabinieri del 20 Giugno 2014

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

APRILIA: “Evade dagli arresti domiciliari, arrestato”.

Il 20 Giugno 2014, in Aprilia, i Carabinieri del locale Reparto Territoriale, traevano in arresto B.S., pregiudicato ventiduenne del luogo, responsabile del reato di “evasione”. Il giovane, già costretto al regime detentivo degli arresti domiciliari, al quale era stato sottoposto in data 18 Novembre 2013, dal Tribunale di Latina che lo giudicava responsabile del reato di “lesioni personali e maltrattamenti in famiglia”, veniva sorpreso, dai militari, all’esterno della propria abitazione, violando di fatto le prescrizioni impostegli dal predetto regime.

Espletate le dovute formalità, l’arrestato veniva nuovamente accompagnato presso la propria abitazione, ove resterà in attesa della celebrazione del rito per direttissima.

LATINA: “Due giovani arrestati dai Carabinieri per detenzione di sostanze stupefacenti”.

Il 19 Giugno 2014, in Latina – B.go Montello, i Carabinieri del Comando Stazione di Borgo Podgora, in collaborazione con quelli della Stazione di Latina Scalo, traevano in arresto S.A., ventunenne del luogo ed un minore, entrambi responsabili del reato di “detenzione di stupefacenti”. I due, nel corso di una perquisizione personale e domiciliare, venivano trovati in possesso di grammi 218 di sostanza stupefacente del tipo Marijuana, tre piante della medesima sostanza, nonchè materiali utili al confezionamento delle dosi.

Entrambi gli arrestati, espletate le dovute formalità, veniva accompagnati presso il rispettivo domicilio, ove resteranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

 

LATINA: “Litiga con il fidanzato e poi aggredisce i Carabinieri intervenuti, denunciata”.

Il 20 giugno 2014, in Latina, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, deferivano, in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Latina, R.J., ventunenne di origine Tedesca, residente nel capoluogo pontino, resasi responsabile del reato di “resistenza a Pubblico Ufficiale”. La donna, per futili motivi, iniziava una furibonda lite con il proprio ex fidanzato,  all’arrivo dei Carabinieri, intervenuti per sedare la questione, la stessa si opponeva al controllo.

 

PONZA: “Energumeno armato di coltello e martello aggredisce due uomini in spiaggia, arrestato”

Il 19 Giugno 2014, in Ponza, i Carabinieri del locale Comando Stazione, a conclusione di tempestiva attività info-investigativa, traevano in arresto A.F., trentanovenne del luogo, resosi responsabile di “tentato omicidio”. L’uomo, nella spiaggia di “Cala Cecata”, per futili motivi, armato di coltello e martello, aggrediva due uomini, il primo dei quali veniva colpito più volte al petto con il coltello e successivamente al cranio con il martello, mentre il secondo,  intervenuto per salvare la vita al malcapitato, veniva anch’egli colpito violentemente al cranio con una martellata.

Al termine del gravissimo episodio, l’aggressore, lasciato sul posto il coltello utilizzato, si recava presso la propria abitazione ove si liberava degli abiti indossati intrisi di sangue.

Il responsabile veniva prontamente individuato e rintracciato dai Carabinieri che procedevano al suo arresto, mentre i due malcapitati, visitati presso il locale posto di primo soccorso di Ponza e trasportati in eliambulanza per le gravi ferite riportate, attualmente versano in prognosi riservata.

L’arrestato sarà trasferito presso la Casa Circondariale di Cassino (FR) a disposizione dell’A.G..