Sud Pontino: le operazioni dei Carabinieri del 25 Agosto 2014

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

CarabinieriFORMIA: “Botte e minacce per estorcere soldi: arrestato un pluripregiudicato rumeno”

Il 24 agosto 2014, in Formia (LT), alle ore 13.00 circa, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Comando Compagnia hanno tratto in arresto, in località Torre di Mola,a seguito di denuncia sporta da un cittadino di nazionalità rumena ed uno della Repubblica del Sudan, D.I.V., 41enne pluripregiudicato di origini rumene, in Italia senza fissa dimora, ritenuto colpevole dei reati di “tentata estorsione e rapina”.

L’arrestato, già colpito da provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale per motivi di pubblica sicurezza, nella giornata di ieri ha minacciato i due stranieri, entrambi incensurati, nullafacenti, in Italia senza fissa, di “ucciderli di botte” se non gli avessero consegnato tutti i soldi che avevano ottenuto mendicando.

Al loro netto rifiuto, l’arrestato li ha colpiti ripetutamente con calci e pugni fino a farli cadere in terra, sottraendo dalle loro tasche la somma di euro 85,00.

Nella circostanza le vittime hanno riportato lesioni giudicate guaribili in giorni 7 s.c..

L’arrestato, su disposizione dell’A.G. procedente, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino.

LATINA: “Rifiuta un rapporto sessuale, la picchia e tenta di violentarla: arrestato

Nella nottata del 25 agosto 2014, in Latina, i Carabinieri della  Stazione di Borgo Grappa hanno tratto in arresto D.G.L., 53enne pregiudicato del luogo, poiché ritenuto responsabile dei reati di “maltrattamenti in famiglia, lesioni e tentata violenza sessuale”.

L’uomo, ricevuto il rifiuto alla richiesta di consumazione di un rapporto sessuale da parte dell’ex consorte, l’ha colpita al volto e al corpo procurandole lesioni giudicate guaribili in gg. 25 s.c. dai sanitari dell’ospedale di Latina.

L’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale di Latina.

PROSSEDI (LT): “Denunciate quattro persone per abusivismo edilizio”

Il 25 ago 14, in Prossedi (LT), i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato libertà 4 persone, per concorso nel reato di “assenza di permesso a costruire”.

I predetti sono ritenuti corresponsabili dell’abusiva realizzazione di una piscina scoperta in muratura e cemento armato delle dimensioni di 4×3 metri e  dell’altezza mt 1,30 circa,in zona agricola sottoposta a vincolo idrogeologico, in assenza di permesso di costruire.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.