Sud Pontino: le operazioni dei Carabinieri del 25 Luglio 2014

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

SABAUDIA (LT): “Controllo del territorio: denunciate 4 persone”

Il 23 e 24 luglio 2014, in Sabaudia (LT), i Carabinieri della locale Stazione, a conclusione di servizio straordinario di controllo del territorio, hanno deferito in stato di libertà 4 persone, delle quali, due per “guida in stato di ebrezza alcolica”, una per “guida sotto l’influenza di sostanze stupefacenti” e l’ultima per “guida con patente revocata”.

Nell’ambito del medesimo contesto sono state ritirate n.3 patenti di guida e sottoposte a sequestro n. 4 autovetture.

CISTERNA DI LATINA (LT): “Tenta di rubare rame: arrestato un pregiudicato algerino”

Nel pomeriggio del 24 luglio 2014, in Cisterna di Latina (LT), SR 148 Pontina km 63+300, i Carabinieri della Stazione di Borgo Podgora (LT) hanno tratto in arresto A.K.N., 46enne pregiudicato di origini algerine, residente a Latina, ritenuto responsabile dei reati di “furto aggravato e resistenza a P.U.”.

L’uomo è stato sorpreso mentre sottraeva diversi cavi in rame e barre in alluminio dall’interno di un capannone dismesso della Società “Futurcar sas”. Alla vista dei Carabinieri ha tentato di dileguarsi a piedi, ma è stato bloccato dopo un breve inseguimento. Durante le concitate fasi dell’intervento dei militari, l’algerino ha reagito violentemente opponendosi all’arresto.

Lo stesso è stato trattenuto nelle camere di sicurezza, in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

 

VENTOTENE (LT):

Il 24 luglio 2014, nel corso della mattinata, in Ventotene, i Carabinieri della locale Stazione, unitamente al personale della Guardia di Finanza di Mare e della Capitaneria di Porto, a conclusione  di specifica attività di Polizia Marittima, hanno deferito in stato di libertà alla competente A.G.:

  • un 38enne, per aver abusivamente occupato mq. 328 di specchio acqueo nel porto romano a mezzo ormeggio di nr. 36 unità da diporto utilizzate per locazione a terzi;
  • un 44enneper aver abusivamente occupato mq. 30 di specchio acqueo nel porto romano a mezzo ormeggio di nr. 2 unità da diporto utilizzate per attività di trasporto sub e appoggio ad attività di immersioni;
  • una 43enne, per aver abusivamente occupato nel porto romano mq. 14 di specchio acqueo a mezzo ormeggio di nr. 1 unità da traffico utilizzata per attività di trasporto sub e appoggio ad attività di immersioni

I tre, proprietari di Società da Diporto del luogo, sono ritenuti responsabili del reato di “abusiva occupazione di spazio demaniale”.

 

TERRACINA: “Furti a raffica nei supermercati: arrestate due donne della provincia di Frosinone”

Il 24 luglio 2014, alle ore 21,00 circa, in Terracina (LT), via Badino, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Comando Compagnia, congiuntamente a quelli della Stazione, hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di “furto aggravato in concorsoV.P., 41enne pregiudicata e G. T., 42enne, entrambe residenti in provincia di Frosinone.

Le due donne sono state bloccate immediatamente dopo aver asportato, dall’interno del locale  supermercato “Orizzonte”, vari capi di abbigliamento ed accessori.

La successiva perquisizione personale e locale ha consentito di rinvenire ulteriore analoga merce, asportata dall’interno di altri sette esercizi commerciali del posto.

La refurtiva, del valore di euro 2.500,00 circa, interamente recuperata, è stata restituita agli aventi diritto.

Le arrestate sono state tradotte presso il proprio domicilio estivo, in attesa della celebrazione del rito direttissimo fissato, dall’A.G. procedente per la mattinata odierna.

 

FORMIA (LT): “Furto al Postamat: arrestato l’autore”

I militari della Compagnia di Formia hanno arrestato nel corso della nottata di oggi l’autore del furto di banconote ad uno degli sportelli Postamat di Formia. Si tratta di un pregiudicato napoletano, L.G., 31enne, ritenuto responsabile dei reati di “furto, danneggiamento e possesso ingiustificato di grimaldelli e valori”.

L’attività di indagine è scaturita dalla segnalazione di alcuni cittadini che, recatisi agli sportelli bancomat per effettuare dei prelievi, non avevano ricevuto i contanti per improvvisi malfunzionamenti.

Le segnalazioni sono risultate preziose per i Carabinieri, già a conoscenza della nuova frontiera del crimine ai danni dei Bancomat, quella del “Cash Trapping” che sfrutta una tecnica elementare ma subdola, perché non mostra alcuna alterazione visibile della struttura dello sportello. Si tratta, infatti, dell’inserimento di una barra di alluminio, appositamente costruita nello sportellino di fuoriuscita delle banconote, con del nastro biadesivo su ambo i lati. Gli sventurati utenti possono concludere tutte le operazioni di prelievo sino alla visualizzazione della dicitura “Operazione completata/importo erogato”, ma le banconote non fuoriescono dallo sportellino, che rimane chiuso. A quel punto, il cliente, imputando il disguido a un guasto tecnico, solitamente si allontana, deciso a reclamare il disservizio all’istituto di credito in un secondo momento.

I Carabinieri, nel corso di mirati servizi di appostamento, nella serata di ieri hanno colto in flagranza di reato il citato L., mentre prelevava il denaro incastrato.

Il pregiudicato, infatti, si è recato al Postamat, ove facendo finta di effettuare un prelievo, ha rimosso con grande abilità il falso congegno precedentemente istallato.

L’immediata perquisizione personale e veicolare ha consentito di rinvenire, oltre al citato “congegno”, anche una carta di credito clonata, documenti, arnesi per lo scasso e denaro contante.

 

PONZA (LT): Controlli nei locali pubblici: elevate sanzioni amministrative”

Il 24 luglio 2014, in Ponza (LT), i Carabinieri della locale Stazione, in collaborazione con il personale della Brigata della Guardia di Finanza, nell’ambito di specifico servizio, hanno eseguito diversi controlli nel locali pubblici del luogo, al fine di accertare la regolarità nella gestione delle attività commerciali.

Al titolare di un esercizio pubblico sono state contestate diverse violazioni amministrative per  somministrato alimenti e bevande senza la prevista autorizzazione ed elevate contravvenzione per un totale di € 10.000,00.