Sud Pontino: le operazioni dei Carabinieri dell’1 e 2 Febbraio 2014

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

FORMIA:“Controllo del territorio, i Carabinieri denunciano 6 persone ed emettono un foglio di via obbligatorio”

Nell’arco della nottata del 31 gennaio 2014,  nel territorio della Compagnia di Formia, a seguito di un predisposto servizio coordinato, i Carabinieri deferivano in stato di libertà 6 giovani che a vario titolo si sono resi responsabili di guida in stato d’ebbrezza alcolica, guida senza patente perchè mai conseguita, possesso ingiustificato di un coltello a serramanico, del genere proibito e quali custodi di veicoli già sottoposti a confisca amministrativa, sopresi alla guida delle rispettive autovetture.

Nel medesimo contesto operativo i Carabinieri controllavano M.M., 44enne, residente in provincia di Modena, in quanto visto aggirarsi con atteggiamento sospetto nel centro della cittadina pontina, nei pressi dell’ ufficio postale. Immediatamente intervenuti i militari operanti lo  conducevano presso il  locale Commissariato di P.S., e lo sottoponevano alla  misura di prevenzione del foglio di  via obbligatorio.

 

GAETA: “Arrestato un pregiudicato della provincia di Napoli per tentato omicidio”

Il 1° febbraio 2014, alle ore 08.00, in Gaeta (LT), i Carabinieri del locale Comando Stazione,   al termine di specifica attività d’indagine, hanno tratto in arresto per il reato di “tentato omicidio”, C. G., 38enne della provincia di Napoli, residente a Gaeta, pregiudicato.

I Carabinieri, intorno alle ore 22.00 del 31 gennaio 2014, sono intervenuti nei pressi di un bar del luogo, ove poco prima si era verificata un’aggressione per futili motivi legati a problemi di viabilità, tra l’arrestato e un 39enne di Formia, il quale nel corso della colluttazione riceveva una coltellata al torace, che gli procurava una profonda ferita, nonché ripetutamente colpito con una mazza da baseball, mentre si trovava in terra.

Le immediate ricerche hanno permesso al personale operante di rintracciare l’aggressore intorno alle 22,30, nei pressi del pronto soccorso del locale nosocomio.

Sia la perquisizione personale che domiciliare non ha permesso di rinvenire le “armi” utilizzate, probabilmente abbandonate in luogo sconosciuto durante il tentativo di fuga.

Nel corso delle attività di P.G. i Carabinieri hanno denunciato, in stato di libertà, alla competente A.G., anche tre persone, presenti all’accaduto, tutte per il reato di “favoreggiamento personale”, una delle quali anche per il reato di “lesioni personale”, avendo reso dichiarazioni contrastanti, al fine di nascondere o distorcere i fatti commessi dall’arrestato.

L’aggredito è stato trasportato presso l’Ospedale Civile di Formia , ove si trova tutt’ora in stato di osservazione senza scioglimento della prognosi, mentre l’arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Cassino (FR), come disposto dall’A.G. procedente.

FONDI: “Furto al deposito di automezzi raccolta rifiuti solidi urbani: arrestato il complice”.

Il 31 gennaio 2014, in Fondi (LT), i Carabinieri del locale Comando Stazione, hanno tratto in arresto CEPA Arjan, 33enne cittadino albanese, residente a Fondi, pluripregiudicato, in ottemperanza all’ordinanza emessa dal Tribunale di Latina, che ha concordato con le risultanze investigative a cui è pervenuto il Comando Arma operante, in ordine al reato di “tentato furto aggravato in concorso”.

L’uomo, l’8 novembre dello scorso anno era sfuggito alla cattura, dopo aver tentato, unitamente ad un suo complice, AVRAM Dumitru, pregiudicato di origini rumene, arrestato nella circostanza, mentre tentavano di sottrarre gasolio da alcuni camion presso un deposito di automezzi del luogo.

Su disposizioni dell’A.G. operante, l’arrestato è stato sottoposto alla misura personale degli arresti domiciliari presso la propria abitazione.

SCAURI (LT): “Arrestati due pregiudicati della provincia di Napoli per spendita di moneta falsa in concorso”.

Il 31 gennaio 2014, nel corso mattinata, in Minturno (LT) frazione Scauri, i Carabinieri del locale Comando Stazione hanno tratto in arresto C. N., 33enne e C. G., entrambi pregiudicati della provincia di Napoli, poiché ritenuti responsabili del reato di “spendita di moneta falsa in concorso”.

I predetti sono stati intercettati, al termine di immediate ricerche, dopo che avevano   tentato di cambiare una banconota da € 100.00, palesemente contraffatta, all’interno di un negozio di parrucchiere del  luogo.

La successiva perquisizione personale a cui sono stati sottoposti i malviventi ha permesso di rinvenire € 355,00, ritenuti probabile provento di ulteriore illecito, il tutto sottoposto a sequestro.

I due, su disposizione  dall’ A.G., sono stati ristretti presso le camere di sicurezza, in attesa del giudizio direttissimo, fissato per la mattinata odierna.

 

MAENZA (LT): “Pensionato denunciato per il reato di uccisione di animali”

Il 1° febbraio 2014, in Maenza (LT), i Carabinieri del locale Comando Stazione, al termine di  attività di indagine, hanno deferito in stato di libertà per il reato di “uccisione di animale” un 66enne del luogo, pensionato.

L’uomo, in data 15 gennaio u.s., in Maenza, dopo aver imprigionato con una rudimentale trappola un cane di razza labrador di circa due anni, di proprietà di un 32enne del posto, lo maltrattava fino a causarne la morte e facendo, successivamente sparire la carcassa.

 

TERRACINA: “Aggredisce senza motivo i Carabinieri: arrestato un pregiudicato di origini romene”.

Il 1° febbraio 2014, alle ore 01.40 circa, in Terracina (LT), i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del locale Comando Compagnia, hanno tratto in arresto, nella flagranza dei reati di “resistenza a Pubblico Ufficiali” e “lesioni personali” Borcoi Tudor, 35enne di nazionalità romena, residente a Terracina, pregiudicato, già sottoposto alla misura personale degli obblighi di P.G., per aver senza motivo aggredito, poco prima, mentre versava in stato di evidente alterazione psico-fisica, i carabinieri entrati all’interno di un esercizio pubblico per procedere al controllo di un altro soggetto attenzionato, opponendo loro una fattiva e violenta resistenza e provocando ad uno dei militari lesioni in alcune parti del corpo.

L’arrestato, su disposizione dell’A.G. procedente, è stato trattenuto temporaneamente nelle camere di sicurezza, in attesa della celebrazione del giudizio direttissimo.

 

APRILIA: “Denunciati due giovani del luogo per il reato di ricettazione”

Il 1° febbraio 2014,  alle ore 10.00 circa, in Aprilia  (LT), nell’ambito del monitoraggio dei centri di raccolta rame ubicati nel territorio apriliano, i Carabinieri del locale Reparto Territoriale hanno accertato come due soggetti avessero conferito, presso la Segatta Metalli srl del luogo, kg 204 di rame, percependo un controvalore di euro 408.

I conseguenti approfondimenti investigativi hanno consentito di deferire in stato di libertà, per il reato di “ricettazione in concorso”, due giovani del luogo, nullafacenti, censurati, poiché trovati in possesso, nel corso di perquisizioni domiciliari, di una saldatrice ad inverter, una elettropompa, alcune bombole di gas freon, un martello pneumatico, bombole di acetilene per saldature, tutto materiale trafugato il giorno 31 gennaio u.s., da una ditta di “Impianti e Costruzioni” del luogo e restituito al legittimo proprietario.

Nel corso delle operazioni i Carabinieri hanno rinvenuto, inoltre, una tv al plasma, n. 2 caschi in uso ausiliari vv.ff., seghetto alternativo, smerigliatrice, trolley contente set chiavi, n. 2 binocoli, un borsone con materiale da arrampicata, n. 200 cialde caffè, dolciumi vari, n. 7 batterie per motocicli, n. 3 casse acustiche, n. 1 microfono e relativi cavi audio, oltre alla somma di euro 320 ritenuta provento della menzionata vendita rame, tutto sottoposto a sequestro, in attesa di acclararne la legittima proprietà.

SPERLONGA (LT): Denunciate due persone per abusivismo edilizio”

Il 1° febbraio 2014, in Sperlonga (LT), i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di predisposto servizio, hanno denunciato in stato di libertà per “violazione delle norme in materia di edilizia” due donne, entrambe della provincia di Caserta.

I Carabinieri, durante un controllo presso una struttura alberghiera del luogo, hanno accertato che le predette, senza alcun permesso a costruire, hanno realizzato nr. 9 nuove stanze e utilizzato un’area di circa 400 mq adibita a sala ristorante, contravvenendo a  quanto sancito dalle norme in materia.

L’immobile, del valore approssimativo di euro 700.000,00, è stato sottoposto a sequestro ed affidato in custodia giudiziale.