Sud Pontino: le operazioni dei Carabinieri dell’8 Agosto 2014

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Latina: “Denunciate due persone per truffa e corruzione”.

Il 07 agosto 2014, in Sezze (LT), militari della locale Stazione Carabinieri, denunciavano all’A.G. in stato di libertà due persone, per i reati di truffa e corruzione.

In particolare, le indagini condotte dagli uomini dell’Arma, consentivano di accertare che, l’uno, dietro compenso aveva favorito l’altro facendogli occupare un alloggio in quel Comune, di proprietà dell’Ater, già destinato a persona diversa.

Il falso assegnatario aveva a sua volta corrotto il complice elargendogli la somma di  5.000 Euro, per fargli  cambiare la relativa graduatoria di concessione degli immobili.

Aprilia: “Controllo del territorio sei persone denunciate”.

Durante la scorsa notte, i militari del Reparto Territoriale dei Carabinieri di Aprilia, denunciavano all’A.G. sei persone resesi responsabili a vario titolo, di diversi reati

In particolare, un uomo aveva danneggiato alcune porte interne degli uffici ASL di Aprilia, minacciando i presenti, mentre altri tre venivano rispettivamente controllati a bordo dei propri veicoli, l’uno in stato di ebbrezza alcolica, e gli altri due sprovvisti di patente ed assicurazione.

I controlli alla circolazione stradale proseguivano accertando le responsabilità di un autotrasportatore che aveva provocato un incidente con feriti, omettendo di prestare soccorso alla vittima. Infine, una donna romena è stata denunciata per non aver ottemperato all’invito in Questura relativo al provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale emesso dal Prefetto di Roma.

 

Fondi: “Arrestato un uomo per stalking”.    

Il 07 agosto 2014, alle ore 16.00 circa, in Fondi (LT), militari dell’Arma del luogo traevano in arresto, nella flagranza di reato, I.M.34 enne del posto, disoccupato, gravato da precedenti di polizia.  In particolare l’uomo veniva sorpreso, dai militari operanti, mentre molestava la ex fidanzata costringendola a vivere nel terrore e con timore per la propria incolumità fisica.

L’arrestato, temporaneamente ristretto in camera di sicurezza, verrà giudicato con rito direttissimo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.