Sud Pontino:Furti in appartamenti. Primi arresti nella nottata 4 malviventi bloccati sulla Provinciale Porto Galeo

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Facebooktwitter

Sono 4 i primi malviventi arrestati durante la nottata. 4 individui facenti parte di un gruppo sicuramente più vasto che in questi ultimi giorni hanno messo a segno furti nelle abitazioni tra Minturno, Castelforte e Santi Cosma e Damiano creando nella popolazione tensione e molta paura. Sono stati bloccati alle 2.30 circa del mattino nei pressi del Bar Stop sulla strada Provinciale Porto Galeo, nel territorio di Santi Cosma e Damiano da Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza e tantissimi Civili, quei civili che fanno parte di un popolo esasperato, preoccupato, insonne. Un popolo che per raggiungere l’obiettivo si è organizzato in gruppi su WhatsApp e che ha formato ronde, con lo scopo di aiutare le Forze dell’Ordine in un compito difficile e pericoloso. Ed è proprio grazie a questa forma di collaborazione intensa e decisa che finalmente e con impegno si è giunti ai primi arresti. I primi 4 membri con accento napoletano o casertano facenti parte di una organizzazione sicuramente più vasta, attrezzata con auto di vario genere in alcuni casi anche potenti. Un risultato che ha fatto eco e che in qualche modo rasserenato un popolo ormai giunto allo stremo. Nei messaggi su WhatsApp si leggeva in questi giorni tutta la paura, il terrore di passare ancora una notte con l’idea di essere visitati da queste bande di malviventi senza scrupoli, mamme preoccupate per i propri figli, anziani indifesi, la paura di lasciare casa, ecc. Ma il popolo ha reagito, un popolo che con impegno si è unito, le ronde che ha formato pur essendo malviste da molti, sono servite malgrado i rischi e i pericoli che si potevano incontrare scendendo in strada. Straordinario è stato ed è tuttora anche l’impegno delle Forze dell’Ordine che con costanza hanno pattugliato il territorio trovandosi in alcuni casi anche in mezzo a sparatorie. Ora si spera che anche il resto del gruppo venga assicurato alla giustizia compresi eventuali basisti preso atto che la banda pare si sia è stabilita sul territorio. Resta comunque la preoccupazione nei cittadini per la probabilità che questi individui possano essere rimessi in libertà.
di Andrea Conte