Terracina: Blast Festival, un successo incredibile

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Dover rendere l’idea di ciò che è stato il Blast Festival di giovedì 15 agosto potrebbe risultare difficile per chi non ha partecipato all’evento. Indubbiamente qualcosa di unico e spettacolare degno dei migliori eventi a scala nazionale se non europea. Nonostante qualche polemica riguardante la location dello stadioMario Colavolpe di Terracina, l’evento organizzato dai ragazzi di Rehab&Belli Freski e da International Talent ha registrato un affluenza di alcune migliaia di persone senza riscontrare alcun tipo di problema dal punto di vista della godibilità da parte di tutti gli spettatori paganti. A farla da protagonista scacciando via le voci di troppo non poteva essere nient’altro che la musica con una line up da brividi degna dei club più esclusivi di Europa. Si è partiti intorno alle tredici con l’arrivo in consolle dei due dj residents Gigi Galli e Kill Ref che hanno reso le già roventi ore ancora più calde. Alle quindici è stato il turno di Frankyeffe seguito a ruota due ore dopo dal berlinese Tommy Four Seven, uno degli ospiti più attesi, il quale ha preparato in grande stile il dancefloor per la guest star dell’evento. Il più atteso di tutti infatti non poteva che essere Chris Liebing, nome internazionale nell’ambito della musica techno, osannato dal pubblico di Terracina il quale ha ricevuto in cambio una performance incredibile che ha coperto la fascia oraria tra le diciotto e le ventuno. Il dj tedesco ha dimostrato tutta la sua qualità anche in quel del Blast Festival e, nulla togliere agli altri artisti partecipanti, si è dimostrato la vera punta di diamante di questo evento spettacolare. A chiudere la serata sono stati invece due dj italiani affermati in ambito mondiale. In consolle sono saliti infatti Markantonio e in chiusura Joseph Capriati che hanno reso onore ad una festa che rimarrà per lungo tempo nella memoria dell’intera provincia di Latina e non solo.

 

Parole di entusiasmo con un pizzico di stupore ed orgoglio, quelle di Davide Peppe, membro dell’associazione Rehab&Belli Freski e una delle mente ideatrici ed organizzatrici dell’intero festival: “Sono stati giorni molto faticosi per tutti noi che abbiamo creduto in questo progetto. Gli sforzi però hanno indubbiamente ripagato, nella nostra zona e probabilmente sull’intero territorio nazionale eventi di questo tipo sono più unici che rari. Noi siamo consapevoli di aver creato qualcosa di unico, qualcosa di storico, qualcosa che negli anni sarà ricordato da molti. Siamo fieri del nostro risultato e della svolta culturale che siamo riusciti ad imprimere al nostro territorio”.

 

Rehab&Belli Freski e International Talent hanno dato una svolta radicale riguardo la cultura degli eventi a larga scala nella nostra provincia. Mai infatti si era visto in quel di Latina un party di tale portata, un passo epocale nella concezione che feste di tale genere non vanno viste come dei rave party bensì come occasioni di divertimento collettivo che portano con se tanti aspetti positivi non solo a livello economico. Nella nostra provincia e in gran parte della nazione, l’idea del Festival viene vista ancora come un tabù, Rehab&Belli Freski hanno dimostrato invece come sia possibile rendere un evento di questo tipo unico, divertente, sano e vantaggioso per l’intera comunità.

 

Commenta per primo