TUTTO PRONTO: GAETA E ISCHIA SI SFIDANO PER IL TROFEO DELL’AMICIZIA. FISCHIO DI INIZIO ANTICIPATO ALLE 17 PER PROBLEMI LOGISTICI DELLA SQUADRA CAMPANA. A SPERLONGA UNA FESTA SPORTIVA

Le 3C Minturno”Gli specialisti della cover”

Ci siamo. Domani 10 agosto è il giorno dell’attesa II edizione del Trofeo dell’Amicizia a Sperlonga. Gaeta ed Ischia Isolaverde (Lega Pro e campione d’Italia dilettanti 2012) si affronteranno in una gara valevole per l’assegnazione della Coppa Amicizia messa in palio dal Comune di Gaeta. Lo scorso anno furono i campani ad aggiudicarsi il Trofeo al Riciniello. Intanto è stato anticipato l’orario di inizio della gara, precedentemente fissato per le ore 19.30. Si giocherà alle 17 per andare incontro a precise sopraggiunte esigenze logistiche dell’Ischia.  Per il Gaeta, in ritiro a Campodimele, si tratta della prima vera uscita stagionale avendo i biancorossi finora  effettuato solo due partitelle in famiglia. Si va naturalmente in cerca di amalgama, essendo la squadra quasi totalmente rinnovata rispetto alla passata stagione. I ragazzi di Melchionna non hanno naturalmente i novanta minuti nelle gambe per cui è lecito aspettarsi una certa rotazione. Non sarà della partita uno dei nuovi arrivati più attesi, Paolo Ramora esterno d’attacco e calciatore molto tecnico.Ramora ha superato il problema legato ad una contrattura ma non vi è alcun motivo per rischiarlo. Tutti disponibili gli altri, tranne il giovane Armenio . Melchionna ha spiegato ai suoi che sono importanti e fondamentali tutte le gare, amichevoli comprese per cui è lecito attendersi impegno e determinazione da parte dei gaetani. Ciò ovviamente indipendentemente dal fatto che il Gaeta si misurerà con un team di Lega Pro, attrezzato per un campionato di vertice e inoltre già rodato avendo disputato quattro amichevoli (Ischia –Vastogirardi 11-0, Ischia-Mariano Keller 4-0, Ischia-Lazio Primavera 2-1, Ischia-Sulmona 6-0). Dunque 23 gol fatti ed uno solo subito per i gialloblu di Sasà  Campilongo nel ritiro di Roccaraso. Una vera e propria corazzata, basta dare un’occhiata ai nomi degli elementi che compongono la rosa. Cunzi, Masini, Di Nardo, Pedrelli, eccetera. E dunque domani i campani lasceranno la sede del ritiro e prima di fare rientro sull’isola onoreranno i legami di stima e di amicizia con il sodalizio di patron Belalba. Previsti i calci di rigore in caso di parità dopo i novanta minuti regolamentari. A seguire la cerimonia di consegna del trofeo. Il costo dei tagliandi d’ingresso per assistere alla gara è di 5 euro.

Commenta per primo