Uil: Marino e Nieri continuano a nascondere le reali ragioni dello sciopero

Le 3C Minturno”Tutto per la scuola” tel 3806477415

Abbiamo letto le recenti dichiarazioni del Vicesindaco Nieri e del Sindaco Ignazio Marino sullo sciopero di oggi 6 Giugno che coinvolgerà tutti i dipendenti capitolini, ancora una volta volutamente lontane dalla realtà, tanto da meritare una pronta risposta.

Lo dichiara in una nota il Segretario della Uil Fpl Sandro Bernardini.

Partiamo dalle dichiarazioni di Nieri, che ci accusa di aver rinviato l’incontro con il Comune, omettendo però di citare i tanti solleciti delle OO.SS a produrre una documentazione ufficiale sul salario accessorio, stanchi delle solite comunicazioni ufficiose che variano di giorno in giorno.

Proseguiamo con le dichiarazioni di Marino, sbigottito dal comportamento dei sindacati; sinceramente ad essere perplessi sono i 24.000 dipendenti di Roma Capitale. Dal suo insediamento abbiamo assistito all’imbarazzante vicenda delle “buste” del concorsone, ai supercosti del suo staff, ad una totale mancanza di un progetto sul decentramento sino alla mancanza di provvedimenti  sui tanti sprechi nelle municipalizzate e sulle consulenze esterne riportati anche nella relazione del Mef.

Sembra perfetta l’immagine della pagliuzza e della trave: mentre si cerca di mettere sotto il livello di sopravvivenza gli unici dipendenti che garantiscono la continuità dei servizi, si stendono pesanti veli di omertà sulle spese incontrollate che ricadono, in termini economici e di disservizio, sulla testa dei cittadini. Domani dunque i dipendenti capitolini scendono in piazza non solo contro i tagli sul salario accessorio ma soprattutto per la salvaguardia dei livelli minimali dei servizi ai cittadini.

Auspicando una crescente comprensione delle ragioni della nostra protesta, ci dispiace per i disagi che causeremo ai cittadini con l’imponente mobilitazione e li invitiamo ad unirsi a noi.