2 GIUGNO, ONORIFICENZE DI STATO PER I CISTERNESI CIAVAGLIA E MARCOLINI

marcolini_4_md“Un orgoglio per la nostra città, due esempi per i nostri giovani”, il sindaco di Cisterna di Latina, Eleonora Della Penna, commenta così il conferimento degli onori di Stato a due suoi concittadini. Si tratta di Mario Ciavaglia e Maurizio Marcolini, insigniti questa mattina a Latina – per mano del Prefetto Pierluigi Faloni – nel corso delle cerimonie dedicate al sessantanovesimo anniversario della Repubblica italiana. A Ciavaglia è stata conferita la medaglia d’onore della Repubblica, onorificenza dello Stato concessa ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra. Marcolini, invece, è stato nominato Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana per il suo grande impegno nel volontariato e nel sociale. “Quando 69 anni fa nasceva la Repubblica Italiana – dice il Sindaco – Cisterna era poco più che una distesa di ruderi e macerie. Una città rasa al suolo dalla follia della guerra che grazie a persone come Mario Ciavaglia e Maurizio Marcolini ha saputo rialzarsi, espandersi e diventare l’importante centro che è oggi. Delle virtù di questi due uomini – che stamattina, per motivi diversi, sono state riconosciute anche ufficialmente – dobbiamo nutrire i nostri ragazzi. Solo così potremo garantire alla nostra città e al Paese un futuro migliore”.