70° dello Sbarco di Anzio sulle pagine del New York Times, Times, Guardian ed Avanguardia.

Premiazione per il concorso di disegno “Se vuoi la Pace prepara la Pace”
Premiazione per il concorso di disegno “Se vuoi la Pace prepara la Pace”

Le più importanti testate giornalistiche al mondo stanno seguendo le Celebrazioni dello Sbarco di Anzio. Questa mattina, giorno dello Sbarco degli Alleati ad Anzio, è uscito The New York Times che ieri è stato ospite per l’apertura delle Celebrazioni in occasione della premiazione per il concorso di disegno “Se vuoi la Pace prepara la Pace”, rivolto agli alunni delle scuole del territorio comunale. The New York Times, presente ad Anzio per l’intera durata dell’iniziativa, ha intervistato il Sindaco di Anzio, il Presidente del Museo dello Sbarco di Anzio, l’Assessore alla Cultura, il portodanzese Alfredo Rinaldi che, da ragazzo, ha vissuto l’arrivo degli americani ad Anzio e l’editore, Emidio Giovannozzi che, in collaborazione con il Veterano dello Sbarco di Anzio, Harry Schindler, ha illustrato la storia dell’Ufficiale Britannico, Eric Fletcher Waters,  sbarcato ad Anzio il 22 gennaio 1944 e morto ad Aprilia il 18 febbraio 1944.    Al cantautore Roger Waters, figlio di Eric Fletcher Waters, la Città di Anzio il prossimo 18 febbraio conferirà la cittadinanza onoraria. Sono state premiate, dal Sindaco e dall’Assessore,  le scuole e gli alunni di Via Ambrosini, di Villa Claudia, della Stella Maris, del Rodari, di Viale Severiano, del Leonardo da Vinci. Alle classi che hanno vinto è stato consegnato materiale didattico, mentre gli alunni si sono aggiudicati lo zaino di Anzio Beachhead, il portachiavi, il cappellino, la tazza per la colazione, il calendario dello Sbarco di Anzio, gli adesivi e un  carnet di biglietti per un luna park sito sul territorio comunale. “Il giorno prima della premiazione – dice l’Assessore – ho fatto le ore piccole per visionare tutti i disegni ed il momento della premiazione, preceduto dall’inno nazionale cantato da tutti i presenti, difficilmente lo potrò dimenticare. Hanno vinto tutti i bambini, ha vinto la Pace, hanno vinto tutti i disegni che mi hanno fatto riflettere, ma soprattutto ha vinto la Città di Anzio che, con uno Staff di persone validissime che hanno lavorato giorno e notte per la riuscita di queste celebrazioni, ha dato ancora una volta prova di efficienza e passione rispetto ad un evento storico che ha segnato profondamente la storia di Anzio. Sarebbe stato più semplice tracciare delle x, nelle decine e decine di punti, lungo i nostri 14 km di costa dove sono sbarcati gli Alleati, ma abbiamo preferito la strada più difficile, ma allo stesso più entusiasmante: coinvolgere tutte le scuole, promuovere un concorso, accogliere tutti i Veterani e le famiglie che hanno perso i propri cari, sbarcati ad Anzio per liberare Roma e l’Italia. Abbiamo puntato sulla stampa estera, sul logo in inglese, sul programma in inglese, sulla multimedialità e sulla gloriosa storia di una Città già culla dei Volsci e dei Romani. Abbiamo puntato sulla competenza e sull’onestà intellettuale dell’editore di Ascoli, Emidio Giovannozzi, che ci ha commosso quando ha parlato di Schindler e di Roger Waters; abbiamo fatto prevalere i sentimenti ed il sacrificio dei nostri padri scolpendo i nomi di tutti i Caduti, cittadini di Anzio, nelle due guerre mondiali; abbiamo puntato sui giovani, sui licei, su tutti i ragazzi che a giugno affronteranno gli esami di maturità e devono sapere che, nella Battaglia di Anzio, sono morti 75000 ragazzi della loro stessa età. Venerdì l’aula magna dell’Istituto Marco Gavio Apicio – termina l’Assessore – sarà colma di studenti dello scientifico, del classico, dell’alberghiero, per un altro appuntamento culturale con lo scrittore Claudio Fracassi, intervistato dal giornalista Giovanni Del Giaccio, che presenterà il libro <La Battaglia di Roma>”. Nel pomeriggio di ieri, terminata l’iniziativa a Villa Sarsina, l’Assessore alla cultura con un mezzo di trasporto attrezzato per diversamente abili si è recata personalmente all’aeroporto di Ciampino per accogliere il Reduce dello Sbarco di Anzio, Stan Turton ed  suoi familiari, che in questi giorni sono ospiti della Città di Anzio. Oggi, 22 gennaio, saranno ad Anzio i giornalisti del Times, Avanguardia di Barcellona, The Guardian e d’importanti emittenti televisive internazionali, che seguiranno da vicino le celebrazioni dello Sbarco di Anzio e le storie di vita dei Veterani dello Sbarco di Anzio, Stan Turton, Alex Munro, William Gerry, Jack Hearn, che saranno nella prima fila tra le autorità presenti  ed avranno l’opportunità di intervenire pubblicamente in Piazza Garibaldi ad Anzio. Ad Anzio saranno presenti il Sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano ed il Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, l’Ambasciatore degli Stati Uniti e quello Britannico oltre a numerose autorità militari e politiche, con tantissimi Sindaci e Rappresentanti d’enti locali. Sabato 25 e domenica 26 gennaio è prevista la rievocazione dello Sbarco, organizzata dal Museo dello Sbarco di Anzio guidato da Patrizio Colantuono, che sulla X-Ray Beach del Tirrena richiamerà decine di migliaia di turisti. E poi le mostre, i documentari, gli eventi culturali inseriti nel programma delle Celebrazioni on-line sul sito 70.sbarcodianzio.com, sul sito www.comune.anzio.roma.it e sulla pagina facebook dello Sbarco di Anzio. Il 18 febbraio alle ore 12.00, invece, Roger Waters, pacifista convinto, sarà ad Anzio insieme al Veterano Britannico Harry Schindler, per ricevere dal Consiglio Comunale e dal Sindaco Bruschini la Cittadinanza Onoraria.

1526210_607574952644036_645288826_n[1]