A Pozzuoli il ”Festival delle Idee Politiche”, 24-26/4/15

Festival-IdeePoliticheDiscutere di teorie e pratiche della partecipazione civile e promuovere “nuove idee” è un bene culturale. Se alla discussione poi si aggiungono letture e animazioni di testi a cura di studenti e studentesse, passeggiate archeologiche, vulcanologiche, paesaggistiche e artistiche, spettacoli e itinerari gastronomici, la proposta assume ancora più valore, a beneficio anche del luogo in cui si svolge, che diventa un’eccezionale vetrina turistica.

Con questi presupposti giunge alla seconda edizione il “Festival delle Idee Politiche” che si terrà a Pozzuoli, dal 24 al 26 aprile 2015, nelle sale di Palazzo Migliaresi al Rione Terra e presso l’Auditorium della curia vescovile. La rassegna culturale è organizzata dall’associazione “Città Meridiana” di Iaia De Marco in collaborazione con l’amministrazione comunale di Pozzuoli ed ha i patrocini della Città Metropolitana di Napoli e dell’Università degli Studi “Benincasa”. “Occorre ripensare la politica, in un periodo in cui c’è penuria d’idee e di argomenti – ha detto Iaia De Marco, nel corso della presentazione di questa mattina a Palazzo Toledo – Pozzuoli, che alla sua fondazione fu chiamata Dicearchia, il governo dei giusti, è il luogo ideale per riaprire la riflessione pubblica sulla politica: noi lo faremo attraverso dieci conferenze”. Prestigiosi i nomi dei relatori che interverranno sui vari aspetti dei diritti e del Diritto (tema di quest’anno): Aldo Masullo (filosofo), Chiara Saraceno (sociologa), Gianfranco Viesti (economista), Stefano Causa (storico dell’arte e figlio di Raffaello), Luigi Russi (autore del saggio In pasto al capitale), Massimiano Bucchi (sociologo della scienza), Maurizio Pallante (saggista), Domenico Lucano (sindaco di Riace, “patria dei profughi”). “L’amministrazione è ben lieta di accogliere in città tutti coloro che partecipano alla rassegna e che avranno modo di apprezzare le nostre bellezze e il nostro patrimonio monumentale e archeologico – ha sostenuto l’assessore Franco Fumo -. Queste iniziative, che sosteniamo con convinzione, vanno nella direzione del cambiamento che stiamo determinando in città, che è un fatto innanzi tutto culturale”. Tra una discussione e una passeggiata, sono previsti anche due spettacoli: la proiezione dei corti “Lina Màlina” di Caroline Abtibol e “Amica nostra Angela” di Nadia Pizzuti; e la pièce teatrale “Il cielo stellato sopra di me” con Renato Carpentieri. Il format del Festival prevede che ogni edizione abbia (fisicamente o idealmente) un personaggio ospite, il cui contributo sia stato particolarmente rappresentativo nell’ambito del tema prescelto o del territorio. L’edizione 2015 rende omaggio a Raffaello Causa, il leggendario soprintendente, instancabile organizzatore di mostre rimaste nella storia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.