Ambiente: Fare Verde Provincia di Frosinone celebra l’Earth Day 2023.

pubblicità

Fare Verde Provincia di Frosinone  celebra la Giornata mondiale della Terra il 22 Aprile di ogni anno;  La manifestazione  nacque  per sensibilizzare tutte le comunità    sull’importanza della conservazione delle risorse naturali della Terra, sul  cambiamento climatico e inquinamento di acqua, aria e suolo. A tal proposito quest’anno c’è grande attenzione per la risorsa idrica e per la qualità delle acque come dimostra la bella iniziativa dell’Arpa Lazio.  Fare Verde Provincia di Frosinone avrebbe voluto  organizzare un  evento per festeggiare l’ Earth Day ma non ci sono state  le condizioni … non è stato  davvero possibile… La nostra Associazione In questa giornata dedicata alla Terra chiede a ben 27 sindaci di altrettanti comuni della provincia di Frosinone in quali impianti  vengono depurate le loro acque reflue urbane.  Alla nostra Associazione di tutela Ambientale  risulta che potrebbero  essere sprovvisti di impianti per la depurazione   o ci potrebbero  essere  depuratori non funzionanti   nei comuni di  Amaseno, Arce, Ausonia, Casalattico, Castelnuovo Parano, Castrocielo, Coreno Ausonio, Filettino, Fontana Liri, Giuliano di Roma, Isola del Liri, Morolo, Paliano, Patrica, Piedimonte San Germano, Posta Fibreno, Rocca d’Arce, San Giovanni Incarico, Supino, Torre Cajetani, Trivigliano, Vallecorsa, Vallemaio, Villa Latina, Villa Santo Stefano e VICALVI. 27 Comuni su 91 con  seri problemi alla depurazione delle acque reflue  rappresentano il greenwashing della politica e di chi gestisce il servizio idrico integrato ai danni dell’ambiente e soprattutto dei corsi d’acqua di superficie.  Per  questo motivo saranno inviati  accessi agli atti  a tutti i comuni che hanno criticità di questo tipo per fornire un dossier completo di denuncia alla Commissione Europea sullo “Stato della depurazione delle acque reflue in  Provincia di Frosinone”.  La Terra si celebra risanando l’inquinamento dell’aria, dell’acqua e del  suolo;  Evitando  la  cementificazione selvaggia, la distruzione degli ecosistemi e degli habitat delle specie minacciate. Tutti   dovrebbero  aver già  capito   che si deve   limitare al massimo l’uso del  carbone, del petrolio e dei  gas naturali  per le gravissime  conseguenze che hanno sui mutamenti climatici.  Invece… si continua ad andare   in direzione opposta preferendo l’energia fossile  da gas naturali  all’energia pulita da fonti rinnovabili o addirittura cercando  accordi strani sul nucleare  con i Francesi  venuti per “legna  alla Croce” dopo i loro clamorosi fallimenti delle  loro centrali nucleari risultate  pericolosissime.  Si deve invece insistere con  soluzioni che permettono di limitare la pressione antropica con un cambio di passo  attraverso l’attuazione dell’economia circolare , con   il riciclo dei materiali,  con la decarbonizzazione e  la transizione energetica ;  Si deve disciplinare il  consumo  di suolo rendendolo  sostenibile, attuare il   divieto di utilizzare in agricoltura  prodotti chimici dannosi e soprattutto vietare in modo energico  la distruzione  dei servizi ecosistemici  e gli habitat per proteggere  le specie minacciate. Solo con le azioni virtuose possiamo  celebrare orgogliosamente  la giornata della Terra. 

Pubblicità