Anzio: Attraverso le pieghe del tempo, dal 24/8/15

Lando Buzzanca

Lando Buzzanca
Lando Buzzanca
Nella giornata di martedì 24 agosto 2015 avrà inizio la V Edizione del festival fotografico “Attraverso le pieghe del tempo”, nota rassegna culturale nazionale sull’immagine contemporanea, che da quest’anno cambia abiti e diventa itinerante. La manifestazione, ideata e curata dall’Associazione culturale “Occhio dell’Arte”, è riconosciuta dalla F.I.A.F. (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) e nell’anno corrente è anche sotto la tutela dell’A.E.R.E.C.(Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali); si snoderà fino al 6 settembre tra Roma, Nettuno, Anzio e Castel Gandolfo. Il giorno 24, che aprirà la kermesse, vedrà svelare al pubblico contemporaneamente svariate esibizioni tra Roma, Anzio e Nettuno, facenti parte del tour 2015; a Castel Gandolfo si darà il via al programma previsto solo dal 1° settembre. Per quanto riguarda la città di Anzio, ad ospitare le immagini dell’edizione 2015 del festival fotografico sarà la cinquecentesca Villa Sarsina, tra i gioielli dell’incantevole cittadina laziale, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Anzio. Il festival fotografico “Attraverso le pieghe del tempo” ha fra i suoi scopi quelli di promuovere eventi culturali connessi ad opere di solidarietà sociale, ed è nato nel 2011, prefigurandosi oramai come principale manifestazione di riferimento dell’Associazione stessa. Nelle sue diverse edizioni, esso è stato patrocinato in primis dal Comune di Nettuno (Roma), ma da numerose altre istituzioni pubbliche e private, provenienti anche da altre regioni (come nel caso del Comune di Milano o di quello di Modena nell’edizione 2012). La rassegna dalla nascita e per i suoi primi quattro anni si è svolta esclusivamente nella cornice del cinquecentesco Forte Sangallo a Nettuno. L’edizione 2015, invece, vede spostato ad Anzio il fulcro principale della kermesse. Rimane conservata la sostanza dei suoi elementi: prevedere diverse occasioni di incontro e di confronto fra fotografia, poesia e musica, in un programma che si svolge ad ingresso libero e che coinvolge anche nomi noti dello spettacolo, dell’arte, della musica, della comunicazione non dimenticando la solidarietà, per poter trasmettere in tal modo messaggi socialmente utili anche attraverso l’arte e la cultura. Sono stati riconfermati gemellaggi importanti e vecchie amicizie (FotoArte in Puglia – l’ultra ventennale Toscana Foto Festival di Massa Marittina – il Med Photo Fest siciliano – il celebre Amarcord di Rimini legato alla memoria di Federico Fellini – l’Escamontage Film Festival itinerante); nate anche nuove collaborazioni, per una kermesse italiana che si prefigura in continua evoluzione, sia spaziale sia temporale, alla ricerca di una dimensione cosmopolita e contemporanea sempre più contaminata nei linguaggi e negli abiti adottati. Uno specchio multiriflettente ”Attraverso le Pieghe del Tempo”. Il Presidente onorario di “Attraverso le pieghe del Tempo” ricorda che è da sempre il celebre Maestro internazionale del Colore, il fotografo Franco Fontana. La giuria tecnica fotografica di questa corrente edizione, invece, sarà composta dal noto critico d’arte, sociologo, giornalista Enzo Carli (Premio della Critica 2015); dalla fotografa e docente di Fotografia Marcella Pretolani, dal direttore artistico del circuito pugliese FotoArte, Raimondo Musolino; dal delegato Regionale F.I.A.F. per il Lazio, Mariano Fanini; da Giancarlo Torresani (autore anche di una delle mostre del circuito nettunese), che è rinomato critico fotografico italiano, fotografo, e già direttore del DAC e del DiD della F.I.A.F. I premiati dell’edizione 2015 sono volti e nomi noti al grande pubblico: Bruno Oliviero (Premio Immagine), Rino Barillari (Fotogiornalismo d’Autore), Lino Patruno (Premio Musica), Lando Buzzanca (Premio Alla Carriera), Giovanni Brusatori (Premio Cinema), Massimo Di Cataldo (Premio Artista e Spettacolo), Mara Parmegiani (Giornalismo come Impegno Civile – a cura del settimanale locale Il Granchio – e Leonessa 2015, riconoscimento firmato da Amleto di Cori); tra i Premi speciali figurano personaggi come il Direttore d’Orchestra Maestro Gerardo Di Lella, l’artista Euro Rotelli, il cantante Luca Guadagnini, la Rino Gaetano Band. Impossibile citarli tutti, anche perchè molti premiati sono ancora segreti ed in via d’ufficialità. Tutti i protagonisti, così come l’intero programma d’ogni tappa prevista quest’anno, si potranno conoscere consultando i siti ufficiali www.occhiodellarte.org e www.attraversolepieghedeltempo.it prima dell’inizio della kermesse. La cittadina di Anzio avrà il privilegio d’ospitare una lettura nazionale di Portfoli Fotografici dal titolo “LECTIO ANTIUM” (il 29 agosto per tutto il giorno a Villa Sarsina), a cura di AF PIXEL OCEAN, con il coordinamento di Lucio Governa (Consigliere Nazionale F.I.A.F.) e la collaborazione di Massimiliano Giramondi (Vice Presidente di AF PIXEL OCEAN); due mostre fotografiche di autori italiani ed internazionali: una libera (sia come tecnica sia come tema ) ed una invece rigorosamente in bianco e nero sul tema “La Terza Età” con la collaborazione del network The Imaginarium (entrambe le mostre di Anzio chiuderanno i battenti il giorno 30 agosto); gli spettacoli serali nella cornice di Villa Adele con le premiazioni di Mara Parmegiani, Bruno Oliviero, Rino Barillari, Lino Patruno, Giovanni Brusatori, Lando Buzzanca – che riguarderanno le serate del 28-29-30 agosto, inoltre, nel corso della prima delle tre serate a Villa Adele (esattamente, il 28 agosto) sarà dato l’annuncio pubblico di un’importantissima donazione solidale che sarà fatta tramite l’Occhio dell’Arte alla città dalla giornalista, scrittrice e collezionista di Moda, Mara Parmegiani, tra i sopravvissuti al Concordia. Importanti presenze sono attese durante la serata, tra cui quella della dottoressa Elena Tricoli, moglie del console onorario della Guinea-Bissau. Ad Anzio, infine, nei giorni del festival, sarà in vendita ad offerta libera il Calendario solidale “Made in Italy in the World” del testimonial Anthony Peth, Ambasciatore del Made in Italy nel mondo e tra gli ospiti d’onore di questa kermesse, il cui ricavato aiuterà la SORRIDENDO ONLUS nel migliorare la qualità di vita ai bambini che subiscono difficoltà economiche e d’integrazione di vario genere. La regia degli spettacoli a Villa Adele sarà affidata alla cura di Michele Conidi. Le Sculture Premio costitutive di “Attraverso le pieghe del Tempo” ed. 2015 sono a firma del Maestro Valerio Capoccia. Info: occhiodellarte@gmail.com – 3471488234.