Anzio: Bando Servizio Civile Nazionale, entro 16/4/15

logo-servizio-civileScadrà il 16 aprile 2015, alle ore 14, termine per la presentazione della candidatura dei giovani per il progetto di Servizio Civile Nazionale da avviare al servizio nell’anno 2015 nei progetti di servizio civile presentati dagli enti di cui all’Allegato 1, approvati dalla Regione Lazio utilmente collocati in graduatoria. La domanda per l’ammissione dovrà essere compilata utilizzandola modulistica scaricabile dal sito dedicato http://bit.ly/serviziocivile_anzio e scegliere uno tra gli Enti presso di cui indirizzare la propria candidatura, consultando l’allegato 1, tra i quali anche il Comune di Anzio con il progetto: Giovani al Servizio degli Anziani, per complessivi n. 8 volontari. I progetti presentati ed approvati su scala regionale riguardano i diversi settori: assistenza, ambiente, educazione e promozione culturale, patrimonio artistico e culturale, protezione civile ed estero. La durata del servizio è di dodici mesi, ai volontari in servizio civile spetta un assegno mensile di 433,80 euro. Ad eccezione degli appartenenti ai corpi militari o alle forze di polizia, possono partecipare alla selezione i giovani, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda, abbiano compiuto il diciottesimo e non superato il ventottesimo anno di età, in possesso dei seguenti requisiti:
– Cittadini dell’Unione Europea;
– Familiari dei cittadini dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
– Titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
– Titolari di permesso di soggiorno per asilo;
– Titolari di permesso per protezione sussidiaria;
– Non aver riportato condanna anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche d’entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, in altre parole per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata.

I requisiti di partecipazione devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda e, ad eccezione del limite d’età, mantenuti sino al termine del servizio. Non possono presentare domanda i giovani che:
a) Già prestano o abbiano prestato servizio civile come volontari ai sensi della legge n. 64/01, in altre parole che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista;
b) Abbiano in corso con l’ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo, in altre parole che abbiano avuto tali rapporti nell’anno precedente di durata superiore a tre mesi;
c) Abbiano presentato domanda per progetti inseriti nel bando speciale di servizio civile nazionale Expo 2015. La presente disposizione non si applica per le domande presentate nell’ambito dei Bandi di servizio civile nazionale, quale misura per l’attuazione del programma europeo Garanzia Giovani.

La domanda di partecipazione in formato cartaceo, indirizzata direttamente all’ente che realizza il progetto prescelto, deve pervenire allo stesso entro e non oltre le ore 14 del 16 aprile 2015. Le domande pervenute oltre il termine stabilito non saranno prese in considerazione. La domanda, firmata dal richiedente, deve essere:
– Redatta secondo l’Allegato 2 del bando, attenendosi scrupolosamente alle istruzioni riportate in calce al modello stesso e avendo cura di indicare la sede per la quale s’intende concorrere;
– Accompagnata da fotocopia di valido documento d’identità personale;
– Corredata dalla scheda di cui all’Allegato 3, contenente i dati concernente ai titoli.

Le domande possono essere presentate esclusivamente secondo le seguenti modalità:
1) Con posta elettronica Certificata (PEC) avendo cura di allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf;
2) A mezzo “raccomandata A/R” indirizzando la domanda a: COMUNE DI ANZIO – Assessorato Politiche Sociali Ufficio Servizio Civile Nazionale – Piazza Battisti n. 25 – 00042 Anzio;
3) Consegnate a mano presso il protocollo dell’Ente

Per i candidati che scegliessero il Comune di Anzio, la domanda, in busta chiusa, dovrà essere intestata a: COMUNE DI ANZIO – Assessorato Politiche Sociali Ufficio e Servizio Civile Nazionale – Piazza Battisti n. 25 – 00042 Anzio e dovrà riportare in evidenza “CONTIENE DOMANDA PER CANDIDATURA AL SERVIZIO CIVILE NAZIONALE”. Si suggerisce di consegnare la domanda direttamente a mano presso l’Ufficio Protocollo, 1° piano, Piazza Battisti n. 25, e farsi apporre il timbro di ricevuta del Comune su una copia della busta stessa. “Anche per il Servizio Civile Nazionale, come per Garanzia Giovani – ha affermato l’Assessore alle Politiche Sociali – abbiamo scelto il settore dell’assistenza progettando un servizio di assistenza leggera a favore degli anziani. Quest’anno sarà il primo anno, sperimentale. Potremo apprendere insieme ai 12 volontari le potenzialità del Servizio Civile e potremo testare la nostra capacità organizzativa. Secondo questi elementi sarà più semplice avviare la progettazione per implementare, nel 2016, il numero dei volontari a 20 e pianificare progetti futuri anche in altri settori”. Il progetto “Giovani al servizio degli anziani” ha come obiettivo principale quello di favorire l’inclusione sociale degli anziani che vivono in condizioni di solitudine, spesso fuori del centro o in ogni caso privi di collegamento con i servizi in essere. Il volontario potrà “colmare” questa sensazione di solitudine con la disponibilità a trascorrere parte delle 30 ore di servizio presso il domicilio dell’anziano o in ogni caso svolgendo le pratiche quotidiane di base quali fare la spesa, andare alla posta, in farmacia, dal medico, all’ASL ed approcciarsi con gli uffici previdenziali, come fosse un nipote. I volontari saranno selezionati secondo quanto stabilito dal Decreto n. 173/09 del Capo dell’Ufficio nazionale per il servizio civile, ed in base ad una valutazione profilo psico-attitudinale in merito alla motivazione ed alla disponibilità a prestare le mansioni previste dal progetto. Nel corso dei 12 mesi è previsto un ciclo di formazione di 150 ore tra materie generali (inerenti al servizio civile stesso) e specifiche (riguardo alle attività previste) ed al termine del servizio sarà possibile ottenere un’attestazione nota come bilancio delle competenze. “Chi sceglie di intraprendere questo percorso valorizza le proprie qualità e di formare nuove competenze da spendere nella propria vita professionale, oltre che di contribuire alla formazione di cittadino consapevole, attento, coinvolto alla costruzione del bene comune ed impegnato in maniera solidale ed efficace ai bisogni delle persone e del territorio. Ecco la scommessa per una generazione concreta e più consapevole” termina l’assessore. Per info: 0698499488.

Gli ultimi post su Facebook di Telegolfo