Anzio, sabato 15 marzo Mario Merlino presenta “Ai confini del Nero”.

Il Paese delle meraviglie a Minturno


copertina AI CONFINI DEL NEROSarà l’anarchico Mario Michele Merlino il secondo ospite della rassegna editoriale “Libro e Moschetto. Armiamoci di Cultura” che si terrà sabato 15 marzo, alle 18.00, presso la Sala Consiliare di Villa Sarsina di Anzio. Insieme alla regista di Rai Radio 1, Roberta Di Casimirro, l’ex militante di “Avanguardia Nazionale” e fondatore del “Circolo Anarchico 22 Marzo” presenterà il suo ultimo romanzo “Ai confini del nero”: cinque racconti (più un breve fuori scena) e altrettanti protagonisti che “per caso o per destino, diventano invito a difendere gli ideali che ci rendono liberi ed a mantenere i sogni che ci preservano giovani”. Merlino, dopo essere stato assolto da ogni accusa, è stato insegnante di storia e filosofia al liceo scientifico “Francesco d’Assisi” di Roma e cura la conoscenza della storia recente con corsi scolastici, saggi e articoli, conferenze e rappresentazioni teatrali in collaborazione con l’Associazione Culturale “Raido” e la casa editrice “Settimo Sigillo”. Tra le sue opere, si ricorda la cura della ristampa dei “Poemi di Frenes” di Roberto Brasillach, unitamente “E venne Valle Giulia”. Nel libro “Ritratti in piedi” ha raccontato un’antologia di tipi umani e figure delle vicende che lo hanno coinvolto sia sul piano personale che su quello generazionale. Le sue pubblicazioni e rappresentazioni teatrali hanno riguardato la figura di Yukio Mishima. Con Rodolfo Sideri ha scritto “Inquieto novecento” e “Strade d’Europa”, un viaggio tra immaginari e percorsi vissuti sull’europeismo ed i suoi miti esistenziali. Ha allestito lo spettacolo “La rosa fra i denti”, un’antologia di brani recitati e accompagnati dal pianoforte omaggio alla X Flottiglia MAS, e “Rapsodia in nero”, letture e musica dall’Armistizio di Cassibile alla morte di Benito Mussolini.

le3cshop.com