AS ROMA NUOTO: INTERVISTA A MARIO ANDOLFI, PREPARATORE ATLETICO ROMA NUOTO

INTERVISTA A MARIO ANDOLFI, PREPARATORE ATLETICO A.S. ROMA NUOTO

Mario Andolfi è da quest’anno il preparatore atletico della Roma Nuoto. Com’è nata la collaborazione con i giallorossi?

In passato ho lavorato con il tecnico Massimiliano Fabbri, è stato lui a contattarmi per seguire i suoi ragazzi. E’ stato un piacere reciproco trovarci a lavorare di nuovo insieme. Devo dire che mi trovo benissimo, l’ambiente è perfetto per lavorare al meglio: c’è un clima di totale serenità, tra dirigenti, ragazzi e allenatori… Non è facile trovare un’atmosfera del genere all’interno di una società.

Come procede il lavoro con i ragazzi?

Molto bene. E’ un bel gruppo formato da ragazzi seri. Adesso stiamo attraversando un momento un po’ difficile, nella squadra manca l’amalgama, ma sono sicuro che con il tempo arriverà. Il nostro obiettivo è la salvezza. Anche se gli ultimi risultati non sono stati positivi, c’è stata una crescita netta: c’è ancora da curare qualche aspetto, ma sono sicuro che nel girone di ritorno sarà un’altra musica.

Il gruppo è un mix di giovani e giocatori di esperienza. E’ una buona combinazione per lavorare al meglio?

Assolutamente sì. Per i giovani è un ottimo insegnamento lavorare insieme a giocatori di grande esperienza. Ma come ho detto prima, per un gruppo affiatato è necessario un po’ di tempo.

Come procede il lavoro insieme al tecnico Fabbri?

Siamo in perfetta sintonia, io personalmente mi trovo benissimo. Massimiliano fa parte della categoria di allenatori “veri”. 

Come si trova nella collaborazione con Roberto Ricupito, il preparatore atletico che segue le giovanili?

Molto bene. Roberto è un ottimo professionista, ha tutte le qualità per emergere in questo campo, a cominciare dall’umiltà. 

Dopo tre sconfitte consecutive, la Roma è tornata a vincere contro l’Anzio, ma lo scorso sabato è stata sconfitta per una sola rete dal Latina.

Sono convinto che la situazione migliorerà. La partita con il Latina, come quelle con il Civitavecchia e con il Palermo, sono sfide che con un pizzico di esperienza in più avremmo potuto far nostre. All’inizio del campionato abbiamo subìto sconfitte più nette, mentre nelle partite più recenti a fare la differenza sono stati dei singoli episodi. Se avessimo vinto contro il Civitavecchia non avremmo rubato niente, e parliamo della squadra che guida la classifica… All’inizio del campionato sarebbe stato impensabile. Lo ripeto, sono sicuro che nel girone di ritorno sarà tutta un’altra storia.

Sabato vi attende il derby con la Roma Vis Nova, che è la seconda in classifica…

E’ una squadra forte, ben guidata e ben preparata, e può di certo arrivare in alto. Sulla carta sono nettamente favoriti. Noi possiamo puntare sul fatto che i derby sono partite del tutto anomale…