AS ROMA NUOTO: INTERVISTA A VALERIO SPIEZIO, CENTROBOA ROMA NUOTO

Il Paese delle meraviglie a Minturno


Lo scorso anno ha sfiorato l’accesso ai playoff con la Roma Vis Nova; quest’anno il centroboa Valerio Spiezio è passato alla Roma Nuoto. Come ha preso la decisione di unirsi ai giallorossi?

Purtroppo, al contrario degli anni precedenti, lo scorso anno non è stato un anno buono: con la Roma Vis Nova non siamo riusciti ad accedere ai playoff, nonostante avessimo una grande squadra, e io non sono riuscito a segnare i gol che avrei voluto. La decisione di cambiare squadra era quindi inevitabile. Ho scelto la Roma Nuoto perché mi ha voluto molto.
 
 


Conosceva la società e il tecnico Massimiliano Fabbri?

Conoscevo molto bene il tecnico Roberto Gatto e il direttore generale Giampaolo Grilli e ho subito voluto sposare il progetto della società. Loro sanno quanto posso dare in acqua e fuori. Ho conosciuto Massimiliano Fabbri quando giocavo in A1 con la Lazio, sapevo bene quale fosse il suo valore.

Cosa pensa del cambio di nome, da Black Sharks a Roma Nuoto?

Devo dire che è stata una grande scelta, perché il nome Roma Nuoto dà ancora più importanza alla società e fa risaltare il nome di una grande città. E poi, essendo un tifoso della Roma, giocare con quei colori a me tanto cari non può che farmi piacere.

Il roster è un mix di giovani e giocatori di grande esperienza. Come si trova con il gruppo?

Ci sono giovani molto bravi che si stanno amalgamando alla grande con noi meno giovani.

Dopo tre sconfitte consecutive, lo scorso sabato la Roma è tornata a vincere battendo l’Anzio in trasferta. Come affronterete le prossime sfide? 

Abbiamo perso di misura contro le prime in classifica. Sabato dovevamo vincere e lo abbiamo fatto. Dobbiamo cercare di battere tutte le squadre; nel caso di sconfitta usciremo comunque a testa alta.

Sabato ospiterete il Latina al Foro Italico. Come vi state preparando?

Sarà un derby importante contro una buona squadra: i tre punti sono fondamentali.

Tra due giornate vi attende invece il derby con la Roma Vis Nova, la sua ex squadra. Che partita sarà?

I derby non sono partite come le altre, li vince chi regge meglio la tensione. Anche Civitavecchia, Anzio e Latina sono mie ex squadre, ma la Roma Vis Nova è il team con cui ho giocato di più. Trovarmi in acqua contro un allenatore e molti giocatori con cui ho condiviso tante gioie sarà dura.

le3cshop.com